Il Salento immaginato. Un territorio visto da altrove.

Due appuntamenti con le pagine letterarie dedicate al Salento, un viaggio poetico pensato nell’ambito del progetto multidisciplinare “Salento Creativo” che il 20 e il 26 agosto prossimi, alle ore 21.00, farà tappa a Specchia trasformando la Terrazza di Palazzo Risolo in un teatro naturale.
Letture, approfondimenti, musica e danza. Il primo incontro previsto dal calendario della rassegna “Il Salento Immaginato. Un territorio visto da altrove” è con lo scrittore Mario Desiati che propone le opere di autori salentini e non, legate da un comun denominatore: il Salento. Da Maria Corti a Claudia Ruggeri, una carrellata di firme che hanno indagato e costruito suggestioni.
Ad accompagnare Desiati in questo itinerario letterario, le voci della tradizione salentina de “Li Strittuli”, il gruppo musicale vincitore del concorso “Le Radici della Musica”. Desiati commenterà le letture insieme a Vincenzo Santoro.

Il 26 agosto invece è la volta di Giovanna Bandini e il suo “Il mare del rimorso” letto attraverso le tessiture musicali del maestro Donatello Pisanello e le coreografie della danzatrice salentina Maristella Martella. La Bandini leggerà insieme a Vincenzo Santoro.
Giovanna Bandini è nata a Roma nel 1968. Professoressa e membro della Missione archeologica italiana “Tempio Flavio” a Leptis Magna, ha pubblicato i romanzi Nudo di ragazza e Giorni dispari, entrambi tradotti all’estero, e il saggio-romanzo Lettere dall’Egeo. Per la Newton Compton ha pubblicato Lezioni d’amore e Il bacio della tarantola.