Ritorna a Specchia la Festa del Cinema del Reale - edizione 2010

Ritorna a Specchia la Festa del Cinema del Reale - edizione 2010 + programma

Ritorna l'appuntamento estivo con il Cinema del Reale, un progetto dedicato al cinema più spericolato, curioso ed inventivo.

L’evento, ideato e realizzato da Big Sur con l’Associazione Cinema del reale e OfficinaVisioni che, quest'anno, si terrà come di consueto a Specchia, dal 21 al 24 luglio, è una vera e propria ‘festa’ dedicata agli autori e alle opere cinematografiche e video che offrono descrizioni e interpretazioni personali e singolari delle realtà passate e presenti nel mondo.
Sono generi documentari differenti: film sperimentali, film-saggio, diari personali, film di famiglia, grandi reportage, inchieste storiche, narrazioni classiche, racconti frammentari…

I film proiettati durante la ‘Festa’, opere di autori riconosciuti o meno noti con diversi orizzonti geografici, politici e culturali, sono espressione di un cinema che spesso dispone di limitate risorse economiche (ed in questo momento più che mai) ma è dotato di grandi capacità inventive e comunicative.

Quattro intensi giorni di proiezioni, mostre, installazioni, incontri, seminari e musica dal vivo per sostenere e promuovere le narrazioni del reale.

PROGRAMMA

Mercoledì 21 luglio

Ore 20.30
APERITIVO & MUSICA DAL VIVO
CORDE TESE
con Donatello Pisanello, Luigi Panico e Rachele Andrioli
Vibrazioni sonore tra minimalismo melodico e tradizione nativa, sperimentazione e improvvisazione aprono la Festa di Cinema del reale.

Ore 21.00
DEDICATO A GIANFRANCO MINGOZZI
Estratto da "La terra del rimorso"
di Gianfranco Mingozzi, musiche di Egisto Macchi
(Italia 1982, colore, 6'30'')
Galatina, festa dei santi Pietro e Paolo. Mingozzi ritorna nel Salento e dai tetti filma le ultime straordinarie testimonianze di un rito quasi perduto, inventando una danza senza tempo, musicata dal maestro Egisto Macchi.

TRE TEMPI DI CINEMA ASTRATTO
di Elio Piccon, musiche di Roman Vlad
(Italia 1951, b/n, 11')
Poema visuale fondato sulla fusione analogica di ritmi plastici musicali e di colore su un unico piano: lo schermo. Una pietra miliare del cinema d'avanguardia, opera di un giovanissimo Piccon.

Ore 21.30
LE QUATTRO VOLTE
di Michelangelo Frammartino
(Italia 2010, colore, 88')
Un paese calabrese abbracciato da colline affacciate sullo Ionio. Un posto dove il tempo sembra essersi fermato, dove le pietre hanno il potere di cambiare gli eventi e le capre si soffermano a contemplare il cielo.

Ore 23.00
PERFORMANCE
LA CONTA D'AQUILA
Animammersa
Musiche dal vivo : Carlo Pelliccione
Voci recitanti: Antonella Cocciante e Patrizia Bernardi
Regia video di Paolo Pisanelli
La narrazione di un anno di terremoto a L'Aquila, dall'incredulità dei primi mesi alla diaspora sulla costa, dall'annientamento di un futuro alla riconquista di un passato, tra sovraesposizione e oscurantismo mediatico.

Ore 23.30
IL PANTANO
di Elio Piccon
(Italia 1968, b/n, 11')
Il cineasta ligure racconta la quotidianità di un lavoro massacrante in terra di Puglia: la pulizia di un pantano che non permette il passaggio delle barche, la lotta per la sopravvivenza di un popolo ai limiti della miseria

HANNA E VIOLKA
di Rossella Piccinno
(Italia 2009, colore, 56')
Un film sulla trasformazione, quella personale delle protagoniste, badanti immigrate, e quella sociale dell'Italia che invecchia, della famiglia che cambia, delle straniere venute dall'Est per diventare quasi "di famiglia".

Ore 00.45
LA CITTA' INVISIBILE
Di A.A.V.V.
A cura di Mattia Soranzo
(Italia 2010, colore, 20')
Due storie diverse di vita che raccontano la stessa città: Lecce. I partecipanti al laboratorio per videomaker 'La città invisibile', affrontano la sfida di filmare luoghi familiari attraverso "altre" prospettive.

Ore 01.15
GIORGIO/GIORGIA (storia di una voce)
di Gianfranco Mingozzi
(Italia 2008, colore, 52')
Giorgia O'Brien (all'anagrafe Giorgio Montana) fu una delle più grandi dive del palcoscenico italiano tra gli anni '50 e '60 e un fenomeno unico di trasformismo vocale e sessuale.

Giovedì 22 luglio

Ore 10.30 - 13.30
POETICHE / PRATICHE
LO SGUARDO SONORO
Il montaggio cinematografico secondo Benni Atria
Un seminario condotto da un montatore/sound designer tra i più geniali del panorama italiano.

Ore 20.30
APERITIVO & MUSICA DAL VIVO
I CANTORI DI VILLA CASTELLI
La vita rurale delle popolazioni dell'alto brindisino raccolta e narrata nei canti appassionati dei Cantori di Villa Castelli: cuori arroccati sulle pietre pugliesi.

Ore 21.00
CON IL CUORE FERMO, SICILIA
di Gianfranco Mingozzi (Italia 1965, colore, 26')
Un'opera di grandissimo impatto che denuncia i problemi della Sicilia: l'arretratezza economica e culturale, l'analfabetismo, le condizioni di lavoro insostenibili, i fanatismi millenari, la violenza mafiosa.

CAVALLI CIECHI
di Elio Piccon (Italia 1968, b/n, 11')
Una grande testimonianza dell'estenuante lavoro sulle coste del Gargano: la fatica ed il logorio imposti da una grande macchina da pesca -il trabucco- le membra consumate dal sole, dalla salsedine, dalla fame, di alcuni uomini 'prigionieri' di un luogo bellissimo e isolato.

Ore 21.45
IL MIO CUORE UMANO
di Costanza Quatriglio (Italia 2009, colore, 50')
Un viaggio sincero e affascinante attraverso i luoghi e le emozioni della cantante Nada Malanima, che con generosità ripercorre la propria vicenda di donna e di artista: lo strappo dal mondo rurale, la vita e le contraddizioni di un mestiere profondamente amato.

Ore 22.45
PIOMBO FUSO
di Stefano Savona (Italia 2009, colore, 82')
Un film che racconta l'attacco bellico compiuto da Israele nei territori della striscia di Gaza tra la fine del dicembre 2008 e il gennaio 2009. Una testimonianza diretta, spietata, reale della sofferenza di un popolo e della 'banalità' della violenza.

Ore 00.00
TUTTE LE BARCHE A TERRA
di Chiara Idrusa Scrimieri (Italia 2009, colore, 56')
Gallipoli, città di mare. Cantano i pescatori alla festa di paese, cantano le donne stendendo il bucato. Alle nipoti le anziane cantano l'amore, la paura, la morte, per stemperare la solitudine provocata da un mondo che, fuori da lì, si trasforma con prepotenza.

Ore 1.00
CINETECA DI NOTTE
Le pietre nell'occhio
NAPOLI
di Wladimir Tcherkoff (Italia 1974, b/n, 70')
La Napoli di ieri testimonia le radici della Questione Meridionale. La macchina da presa di Tcherkoff indaga nei vicoli della "capitale del Sud" dove, migliaia di uomini, donne e ragazzi lottano per la sopravvivenza, praticando mestieri improvvisati e dando vita a forme di sottoeconomia.

Venerdì 23 luglio

ore 10,00 - 13,30
POETICHE/PRATICHE
CONVENTO DEI FRANCESCANI NERI
Filmare il Sud
incontro/dibattito
- presentazione del progetto Inter-Rives
Una serie di documentari corti sui paesi del Mediterraneo
a cura di COPEAM (Conferenza Permanente dell’Audiovisivo del Mediterraneo)
- Sud e sviluppo negli sguardi del cinema documentario
incontro con l’Assessore alla Qualità del Territorio Angela Barbanente (Regione Puglia), i registi Cecilia Mangini, Daniele Vicari, Michelangelo Frammartino, il critico cinematografico Antonio Medici (AAMOD), Silvio Maselli e Luigi De Luca ( Apulia Film Commission) coordinatore Paolo Pisanelli

POETICHE/PRATICHE
CONVENTO DEI FRANCESCANI NERI
ore 10.30 - 13.30
FILMARE IL SUD
incontro/dibattito
Presentazione del progetto Inter-Rives
Sud e sviluppo negli sguardi del cinema documentario

PERFORMANCE
CONVENTO DEI FRANCESCANI NERI
ore 20.30 (REPLICHE ore 22,30 e ore 00,00)
FONìE
Sculture sonore di
Antonio De Luca • Voce Silvia Lodi
Una originale installazione sonora/performance in cui il luogo ri-suona di un intreccio di voce e vibrazioni sonore negli spazi di una chiesa dove lo spettatore è chiamato ad una nuova e profonda esperienza di ascolto.

PROIEZIONI
ATRIO CASTELLO RISOLO
ore 21.00
LA BRIGLIA SUL COLLO
di Cecilia Mangini (Italia 1974, colore, 15’)
Borgata romana di San Basilio: Fabio, 7 anni, in romanesco un impunito, in italiano un “caratteriale”, viene assegnato a una classe differenziale. Il dubbio è che in gioco non ci sia la rieducazione di un bambino, ma il via libera all’omologazione sociale.

IO, LA MIA FAMIGLIA ROM E WOODY ALLEN
di Laura Halilovic (Italia 2009,colore, 50’)
Una ragazza Rom va ad abitare con la famiglia in un quartiere popolare di
Torino. La “conversione” alla vita stanziale, le dissonanze culturali, i sogni dell’adolescenza ricostruiti dalla narrazione vivace e attenta di Laura Halilovic, che ribalta le convenzioni degli sguardi sulla ‘diversità’ dei Rom.

ore 22.15
IL GARGANO DI ELIO PICCON
appunti di Natalia Piccon (Italia 2010, colore, 5’)
Il ritratto di un autore della cinematografia a contatto con una terra, il Gargano, che ha rappresentato una passione, forse un’ossessione. Natalia Piccon racconta
Elio Piccon con il fare dell’artista ma anche con gli occhi e il cuore di una figlia.

IL CAMPO
di Elio Piccon (Italia 1968, b/n, 11’)
Realizzato dopo la censura del suo film ‘L’antimiracolo’ Piccon ritorna sulla condizione miserevole dei lavoratori pugliesi. In questo intenso cortometraggio, viene raccontata la lotta dell’uomo per strappare alla palude la terra preziosa per la sopravvivenza: chi non sopporta questo destino è costretto ad emigrare.

ore 22.30
IL MIO PAESE
di Daniele Vicari (Italia 2006, colore, 107’)
Tra il 1959 e il1960 Joris Ivens raccontava lo sforzo di industrializzazione dell’Italia alla vigilia del boom economico. Cosa è rimasto oggi di quel sogno?
Tra il 2005 e il 2006 Daniele Vicari ha percorso da Sud a Nord la penisola per raccontare un paese in difficoltà, che sta tuttavia cambiando pelle.

CINETECA DI NOTTE
ATRIO CASTELLO RISOLO
ore 00.30
LE PIETRE NELL’OCCHIO
ALL’ARMI SIAM FASCISTI
di Lino Del Fra, Cecilia Mangini e Lino Miccichè (Italia 1962, b/n, 113’)
Il film è stato realizzato sull’onda delle grandi manifestazioni e degli scioperi antifascisti del luglio 1960, provocati in Italia dal governo Tambroni per la sua
apertura al neofascismo, poi ha subìto le violenze della censura di stato, ed è circolato anche clandestinamente. Un eccezionale “film di montaggio” a favore della libertà di espressione e d’informazione, in grado di mostrare alla
generazione di oggi il coraggio della testimonianza e la ricerca della verità.

Sabato 24 luglio

ore 10,00 - 13,30
POETICHE/PRATICHE
CONVENTO DEI FRANCESCANI NERI
Appunti per un manuale del giovane filmaker: come ideare, finanziare, produrre, distribuire un film documentario ai tempi della crisi?
in collaborazione con Doc It
saranno presenti i registi Laura Halilovic, Pietro Marcello, Costanza Quatriglio, Rossella Piccinno, Stefano Savona, Carlo Schirinzi, Chiara Idrusa Scrimieri, Emanuele Svezia
il produttore Federico Schiavi (Presidente DOC IT), il distributore Giuliano Girelli (DOCUME’), il direttore di festival Fabrizio Grosoli, coordina Paolo Pisanelli

PROIEZIONI
ATRIO CASTELLO RISOLO
ore 21,00
NOTTURNO STENOPEICO
di Carlo Schirinzi (Italia 2009, colore, 8’)
Ritratti fotografici di clandestini e di drammatici sbarchi contemporanei s’intarsiano ad un affresco trecentesco del diluvio universale. La rianimazione/liquefazione delle immagini statiche di barche in mare è avvenuta attraverso filtri vitrei artigianali, tutto il resto è filmato con un foro stenopeico che concentra la visione sui singoli volti in contrasto alle immagini prive d’identità che ci giungono dai media.

ore 21.10
EARTHQUAKE ‘68:
GENTE DI GIBELLINA
di Emanuele Svezia (Italia 2008, colore, 70’)
La più controversa delle ricostruzioni a 40 anni dal terremoto del Belice, quando Gibellina, piccolo centro rurale della Sicilia, venne rasa al suolo dal sisma. Dopo 12 anni di baraccopoli nasce il suo nuovo centro: un paesedormitorio costruito secondo i canoni di un’urbanistica utopica, aliena dal contesto sociale locale.

ore 22.20
MUSIKI’
Suoni e visioni
dal territorio del Capo di Leuca
di A.A. V. V. (Italia 2010, colore, 20’)
Scoprire un territorio filmando, attraversare luoghi e incontrare persone… Filmare un luogo può significare curare un luogo. Questo film nasce durante il seminario/laboratorio “Musikì. Filmare la musica e il territorio”, finalizzato all’esplorazione filmica del Capo di Leuca, e alla realizzazione di documenti audiovisivi su canti e musiche tradizionali

ore 22.45
IL PREMIO
DI CINEMA DEL REALE 2010
Il premio Cinema del reale, viene conferito ad autori, produttori, distributori, responsabili di archivi audiovisivi, operatori culturali che hanno dato grande
impulso alla creazione, realizzazione e diffusione del cinema del reale.

Ore 23.15
LA BOCCA DEL LUPO
di Pietro Marcello (Italia 2010, colore ,65’)
Un uomo torna a casa, nel ghetto della città vecchia, dopo una lunga assenza. Nella piccola dimora l’aspetta da anni una cena fredda e Mary, la compagna di una vita. Si sono aspettati e voluti sin dal tempo in cui erano detenuti e ancora condividono il loro destino.

MUSICA DAL VIVO
ATRIO CASTELLO RISOLO
ore 00.20
LANDPARTIE (estratto)
di Klaus Voswinckel (Germania 1977, colore)
musicato dal vivo da Dj Popüloüs

FESTA CONCLUSIVA
TERRAZZA CASTELLO RISOLO
ore 00.30
LA FESTA DELLA FESTA
Suoni e visioni fino all’alba
Dj set con Popüloüs e Valeriana

E ancora mostre, installazioni, seminari e incontri.

Per maggiori info visitate il sito web del cinema del reale:
www.cinemadelreale.it

Intanto, abbiamo caricato per voi lo spot di questa nuova ed entusiasmante edizione:
SPOT CINEMA DEL REALE 2010