Anche danze e musiche del settecento nel Salento per la XX Giornata Fai di Primavera

Anche danze e musiche del settecento nel Salento per la XX Giornata Fai di Prima

Il Festival del XVIII Secolo per le Giornate FAI di Primavera. Il 24 e 25 marzo gli scrigni più belli del Salento si aprono e per l'occazione si fa festa. Vi indichiamo due eventi collaterali particolarmente affascinanti:

Sabato 24 Marzo 2012 ore 19.00
Copertino - Castello Angioino
“DANZA E MUSICA NELLE SALE DEI PALAZZI SETTECENTESCHI”
a cura di
Accademia dei Serenati
Lucia Rizzello e Luigi Bisanti - flauto traversiere e a becco
Giovanni La Marca - viola da gamba
Corrado de Bernart – clavicembalo
Alessandro Palermo - percussioni
e
Società di Danza storica - Circolo Pugliese diretto da Assunta Fanuli
Loredana De Vitis, Assunta Fanuli, Annalisa Questino, Andrea Roseto,
Danilo Sava, Sonia Serio - danza
con musiche di Johann Sebastian Bach, Georg Philipp Telemann, Jean Philippe Rameau

Un viaggio attraverso il magico legame tra danza e musica, il legame che nelle sale dei Palazzi Settecenteschi trovava luoghi e forme di irresistibile fascino ed eleganza.

L’ensemble “Accademia dei Serenati” fondato nel 1999 da Lucia Rizzello e Luigi Bisanti, è costituito da musicisti di comprovata bravura, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, attivi come solisti, in formazioni cameristiche ed orchestrali nazionali ed internazionali; il gruppo si arricchisce con le loro singole esperienze maturate nella specializzazione e nell’esecuzione del repertorio medioevale, rinascimentale, barocco e classico con strumenti d’epoca o copie fedeli.
L’ensemble è in costante contatto con istituti e archivi musicali europei e americani, con la finalità della riscoperta di materiale inedito, privilegiando i compositori di Scuola Napoletana dell’Italia meridionale e di Terra d’Otranto dal Tardorinascimento al Preclassicismo, nonché di quegli autori che, nati in Terra salentina e meridionale in genere (Galatina, San Vito dei Normanni, Taranto, Presicce, Lecce, ecc.) seppero illustrare il nome della così detta ‘scuola napoletana’ ben oltre i confini del Regno partenopeo.
Il gruppo affianca, alla ricerca, lo studio della pratica esecutiva e interpretativa, relativa alle peculiarità stilistiche delle scuole europee dei secc. XIV – XVIII ed ha in repertorio pagine tra le più espressive della letteratura specialistica.
L’ensemble è stato ospite di importanti rassegne e festivals di musica antica in Italia e all’estero ed ha effettuato numerose dirette televisive ed incisioni discografiche.
La Società di Danza - Circolo Pugliese Federazione di associazioni presente in decine di città d’Italia e d’Europa, la “Società di Danza” da vent’anni si propone lo studio, la diffusione e la pratica di danze storiche con particolare riferimento alle danze di società del XIX secolo (quadriglie, contraddanze, valzer, mazurka e polka), ed è affiliata alla Royal Scottish Country Dance Society di Edinburgo. Dal 2006, il Circolo Pugliese - sotto la presidenza e la direzione artistica di Assunta Fanuli - dà vita a eventi che mirano a tenere assieme gli aspetti culturale, sociale, artistico e di valorizzazione del territorio. Di recente successo, le edizioni 2010 e 2011 del “Gran Ballo in Terra Barocca”, che in agosto ha portato nel Salento danzatori d’ogni parte d’Italia per una serie di balli nelle piazze e dei palazzi storici. Movimenti coreografici e costumi rigorosamente ricostruiti sulla base dello stile dell’epoca e attenzione ai dettagli caratterizzano lo stile dell’associazione

Domenica 25 Marzo 2012 ore 11.00
Lecce - Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “L.G.M. Columella”
“LA SCANDALOSA STORIA DI FIGARO
TRA AMORI, INTRIGHI E RIVOLUZIONE”

preparazione cantanti a cura di
Amelia Felle
Anna Brull – Mezzo Soprano
Maria Luisa Lattante – Soprano
Marzia Marzo – Mezzo Soprano
Gianluigi Palma - Baritono
Jorge Abarza Sutter - Baritono
Annalisa Orlando – Pianoforte
introduce: Corrado De Bernart
con musiche di Wolfgang Amadeus Mozart ed esemplificazioni in video

Di estremo interesse l'appuntamento curato da Amelia Felle, docente di Musica Vocale da Camera presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, con l'intervento di Corrado de Bernart che curerà una rilettura della splendida opera di Mozart e Da Ponte evidenziandone i risvolti che coinvolgono più livelli: individuali e psicologici, come sociali e politici. La trama diviene così il diario di un'intera società che si racconta nei suoi stili di vita e nelle sue contraddizioni.

Il Festival del XVIII Secolo, quinta edizione 2012, è una rassegna di incontri culturali sotto la direzione artistica di Corrado De Bernart ed è realizzata grazie alla collaborazione tra l’ A.R.A.M. - Associazione Romana Amici della Musica, il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce e con il contributo di prestigiose istituzioni culturali ed enti territoriali, tra i quali, in particolare, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce.

Il Festival del XVIII Secolo è finalizzato alla diffusione della conoscenza della produzione musicale e del contesto artistico-culturale dell’epoca.
Elementi chiave ne sono la valorizzazione di un patrimonio musicale tra i più preziosi seppur di raro ascolto, il disegno di dare visibilità a luoghi d’arte della stessa epoca vivificandoli grazie alla musica, l’ambizione di cogliere un periodo storico nelle sue linee culturali e di costume.

Gli incontri, a ingresso libero, proporranno all’ascolto del pubblico composizioni tra le più significative del XVIII secolo, collocate nel loro contesto culturale e storico-artistico per una più proficua fruizione da parte degli spettatori. A tale attività più strettamente musicale si unisce una serie di incontri dedicati al teatro, all’arte, alla storia, al costume sociale.

Il Festival del XVIII Secolo si sviluppa in due periodi: primavera, da marzo a giugno, e autunno, da settembre a dicembre e si articola principalmente nelle città di Roma, Treviso, Lecce ed in altre località decentrate nazionali e salentine.
La Quinta Edizione 2012 è intitolata: “La storia siamo noi – Arte e vita quotidiana in una società in movimento” e ha preso l’avvio a Roma il 9 Marzo per concludersi sempre a Roma il 21 Giugno nell’ambito della Festa Europea della Musica.
La parte primaverile della programmazione conterà ben ventidue manifestazioni culturali cui faranno seguito in autunno altri venticinque incontri.

Ingresso libero

Info: 347 6350303/ 349 8422913

www.comune.lecce.it