Sondaggio Emg: l’89,5% degli italiani Alberto Tedesco si dovrebbe dimettere dal Senato

Alberto Tedesco

Tedesco dentro o fuori? Che idea hanno gli italiani della vicenda “turbolenta” del senatore pugliese Alberto Tedesco? E’ giusto che continui ad occupare quella poltrona che lo tutela? O dovrebbe lasciarla?

A dare pronta risposta è il nuovo sondaggio di Emg, Studi e proiezioni elettorali: secondo l’89,5% degli italiani Alberto Tedesco si dovrebbe dimettere dal Senato. Solo il 4,3% degli intervistati ritiene giusto che il senatore continui il suo lavoro in parlamento e il 6,2% non si esprime affatto.

Nel dato è interessante notare come sia soprattutto il popolo del centrosinistra a volerlo fuori da Palazzo Madama, ovvero il 90,9%. L’87% dei militanti del Terzo Polo e l’85,1% del Centrodestra.

Eppure, nonostante la reazione naturale degli elettori, nulla si muove, tutto resta uguale per l’ex assessore alla Sanità della Regione Puglia, travolto dalle indagini giudiziarie (il fascicolo fu aperto dal pm Digeronimo su forniture ospedaliere e mazzette presunte).

La storia ormai è nota a tutto il Paese: il senatore pugliese Paolo De Castro diventa parlamentare europeo. E a Palazzo Madama gli subentra appunto Tedesco, primo dei non eletti al Senato con il Pd. Dal palazzo barese a quello di Roma.

Il 20 luglio scorso si è svolta la votazione a scrutinio segreto per decidere se autorizzare la misura degli arresti domiciliari per Tedesco, decisa dal tribunale del riesame. Il senatore ha chiesto che venisse autorizzato il suo arresto. Il risultato finale sorprende tutti, forse anche lui: 151 contrari, 127 favorevoli, 11 astenuti. Salvo, Tedesco resta dov’è.

Come restano nella storia le parole del senatore Alberto Tedesco: "Non ritengo di dovermi dimettere perché dimettendomi darei ragione a chi sostiene che la mia condizione di senatore mi metta nelle condizioni di reiterare il reato. Sono in Senato perché eletto, ci rimango, naturalmente non utilizzo la mia condizione di senatore per intralciare il corso della giustizia".

Chissà se, leggendo questi dati, Tedesco si renda conto che poi quel consenso degli elettori lo ha perso da tempo e che, forse, sarebbe opportuno lasciare libera quella poltrona.