"Donne Italia: dalle radici ai frutti, 1861-2011": tre incontri per "onorare" le donne salentine

"Donne Italia: dalle radici ai frutti, 1861-2011": tre incontri per "onorare" le

Tre incontri dedicati alle donne salentine. In occasione delle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità Nazionale, la Commissione provinciale per le Pari Opportunità ha voluto, attraverso un progetto articolato in tre incontri, tracciare un percorso storico ricordando l’impegno di tante donne che hanno raggiunto importanti conquiste e hanno contribuito a modificare, nel corso dei decenni, la condizione femminile.

Il progetto, che ha per titolo "Donne Italia: dalle radici ai Frutti 1861-2011" vuole ricordare l’impegno di tante donne, quelle donne che, nell’ambito del territorio salentino, con modi differenti, ma con uguale incisività e determinazione, sono riuscite, attraverso azioni singole e collettive, alcune in modo latente, altre in modo manifesto, a contribuire a quel processo di trasformazione positiva e di crescita costruttiva fondamentale per la storia patria e determinante per il sud.

Il progetto, si articolerà in tre incontri, che scandiranno tre periodi storici diversi, il primo si terrà a Maglie il prossimo 25 marzo presso l’Auditorium “ Giovanni Cezzi” alle ore 18.00.

Ogni incontro ha un sottotitolo, quello del primo evento sarà "Da Mille a Una" ed il periodo storico riguarderà dal 1861 al 1914, il secondo incontro si intitolerà “ Donne in Arme” e si occuperà degli anni che vanno dal 1915 al 1948, e l’ultimo "Se non noi chi?" e tratterà il periodo dal 1949 ai giorni nostri.

Nell’incontro di Maglie, accanto ad uno spaccato storico delle donne del tempo presentato dalla professoressa Rosanna Basso dell’Università del Salento, si procederà attraverso segmenti artistico-culturali con un documentario realizzato da Elio Scarciglia su Antonietta De Pace figura risorgimentale gallipolina, con una ode in onore di Francesca Capece, composta da Augusto Chiesa in occasione dell’inaugurazione del monumento in Maglie che sarà recitata da Adele Maruccio. Si esibiranno, inoltre, al pianoforte il soprano Maria Luisa Lattante ed il pianista Francesco Negro. Le conclusioni saranno affidate al ministro per i rapporti con le regioni Raffaele Fitto.