Giappone nel terrore: Tsunami provoca oltre mille morti

Giappone nel terrore: Tsunami provoca oltre mille morti

E' il peggior terremoto nella storia nazionale e il settimo più grave di sempre a livello mondiale, quello che nel primo pomeriggio di oggi ora locale, quando in Italia non erano ancora le 7 del mattino, ha investito le coste nord-orientali del Giappone, Tokyo compresa.

Il sisma ha raggiunto un'intensita' di ben 8,9 gradi sulla scala aperta Richter e, oltre a generare uno "tsunami" che nel porto di Sendai è arrivato a un'altezza di addirittura 10 metri, ha anche fatto risorgere l'incubo di un disastro nucleare.

Impossibile una stima precisa del numero delle vittime. La polizia ha riferito di aver trovato fino a 300 corpi privi di vita sulla costa di Sendai, la prima ad essere colpita dallo tsunami. Una nave con a bordo un centinaio di persone è stata inghiottita dalla acque, e un treno che portava oltre cento passeggeri risulta sparito nel nulla mentre era in viaggio lungo la costa nord-orientale dell'isola di Honshu, la piu' grande dell'arcipelago nipponico. L'agenzia Kyodo News riferisce che tra le stazioni di Nobiru e Sendai è deragliato un altro convoglio, ma non è chiaro quante vittime o feriti ci siano.

La stessa agenzia riferisce che una diga nella prefettura nord-orientale di Kukushima ha ceduto e le acque hanno travolto le case a valle. Trecento aerei e 40 navi giapponesi sono pronte a partire per portare i soccorsi alle vittime di questa catastrofe. La Farnesina, intanto, conferma che mancano all'appello 28 italiani nella zona del Giappone colpita dal devastante sisma. Le primissime avvisaglie delle tsunami hanno raggiunto le coste della California settentrionale. I residenti hanno iniziato a evacuare l'area, anche lungo la zona costiera dell'Oregon. Al momento si tratta di onde molto basse.

La situazione si va aggravando di minuto in minuto. Lo tsunami, come era stato previsto, ha raggiunto le isole Hawaii e secondo testimoni l'acqua ha già invaso le strade di alcune isole. Le autorita' californiane potrebbero decidere di evacuare la costa, dove è attesa un'onda tra poche decine di centimetri e due metri. L'area piu' colpita potrebbe essere quella del Nord dello stato, a Crescente.