Essere donne in Italia? Tra vent'anni sarà più facile

Essere donne in Italia? Tra vent'anni sarà più facile

Italia paese per donne? Forse tra 20 anni. Essere donne, oggi, nella penisola italiana è molto più difficile che essere uomini, ma ci sono speranze per il futuro: forse, tra 20 anni la situazione cambierà.

E' questo che pensano uomini e donne, secondo un'indagine di Ipsos Public Affairs per conto del sito web alfemminile.com. La ricerca, effettuata intervistando 1.017 persone, ha evidenziato che essere donna è ritenuto più difficile dalle femmine (62%) che dai maschi (53%).

La percezione delle due ''meta' della mela'' appare divergente sulla situazione presente, ma si riallinea ottimisticamente pensando al futuro: tra 20 anni, infatti, il 45% delle donne e il 50% degli uomini pensano che essere donna sarà più facile.

Quasi la metà degli uomini (42%) ritiene che essere uomo fra 20 anni sarà più complicato. L'88% delle donne coinvolte nell'indagine si ritiene soddisfatta della propria vita familiare e il 58% pensa che il proprio lavoro sia appagante.

I dati maschili sono allineati per quanto riguarda la famiglia (87%), mentre la percentuale di soddisfazione sul lavoro aumenta quasi del 10%: il 67%, infatti, afferma di essere contento del proprio lavoro.

Assoluta parità sulla soddisfazione relativa alla propria vita sessuale: 74% sia per gli uomini sia per le donne. Anche sulla vita sociale uomini (75%) e donne (74%) appaiono piuttosto allineati. Il 73% delle donne (contro il 60% degli uomini) ritiene poi che uomini e donne abbiano valori diversi.

Questo influisce particolarmente nella sessualità (84%), nella vita professionale (85%) e nelle relazioni sentimentali (82%). Alla domanda su cosa si vorrebbe fare se per 24 ore fosse dato di appartenere al genere opposto, il 74% delle donne ha risposto ''capire cosa hanno gli uomini nella testa'' e il 37% ''provare cosa vuol dire essere uomo nella sessualità'', mentre il 71% degi maschi ha risposto ''capire cosa hanno le donne nella testa'' e il 33% ''provare cosa vuol dire avere un orgasmo femminile''; solo il 17% vorrebbe ''vivere una giornata da donna incinta''.

Quanto alle dinamiche di decisione all'interno della coppia, i dati aggregati (uomini e donne) indicano che le donne si impongono ancora sull'educazione dei figli (66%), sugli acquisti in generale (circa il 60%) e sulle vacanze (57%), mentre gli uomini decidono l'auto da comprare (54%).

Il 63% sostiene sia la donna ad avere l'ultima parola in caso di litigio e che sono forse le donne ''a portare i pantaloni'' in casa, a dispetto di quel che succede fuori.