Il Movimento democratico di Veltroni arriva in Puglia per rilanciare il Pd

Walter Veltroni

Il “movimento democratico” di Walter Veltroni arriva in Puglia portando tutte le sue idee per cambiare rotta, non solo in Italia, ma anche e soprattutto all’interno del Partito democratico.

Saranno proprio i promotori del documento dei 76, che ha provocato non poche polemiche nel partito di Bersani, a lanciare da Bari il percorso da seguire “uscendo allo scoperto –questo lo slogan adottato- e avendo più coraggio per l’innovazione e lo sviluppo del Paese”.

Walter Veltroni, Beppe Fioroni e Paolo Gentiloni proseguono il tour da nord a sud del Paese per illustrare il contenuto del documento e spiegare quale vuole essere il contributo della cosiddetta “minoranza del Pd” nel partito stesso per farlo crescere. Fisco, scuola, lavoro.

Questi gli argomenti che verranno messi sul tavolo, presso l’Hotel Villa Romanazzi Carducci, insieme a Michele Emiliano, sindaco di Bari, Giovanni Florido, presidente della Provincia di Taranto, Cosimo Durante, sindaco di Leverano, l’economista Gianfranco Viesti, il sociologo Giuseppe Moro, la studentessa Annalisa Solimini e Rachele Popolizio, responsabile Sanità Pd.

Temi che il Movimento ha posto alla base dell'assemblea nazionale " perché noi non siamo quelli che lavorano a dividere ma a unire e portare il nostro contributo nel dibattito interno", ha assicurato Gentiloni.

Tra i veltroniani, sono in molti a pensare che proprio grazie al documento di Movimento democratico si sia scongiurata la fuoriuscita degli ex popolari che fanno capo a Fioroni, preoccupati di uno "scivolamento a sinistra" del Pd sotto la guida di Bersani.
Una scelta che ha portato alla separazione, sofferta, da Franceschini che ha ritenuto di dover appoggiare il segretario, entrando di fatto nella maggioranza.