Saldi, inizia l'attesa

Saldi, inizia l'attesa

E' partito il conto alla rovescia per i saldi. Secondo gli esperti, la stagione dei saldi è attesa da 6 italiani su 10: si va da chi ha preso di mira il negozio da "saccheggiare" già dall'inizio di giugno (36%) e chi, invece, gira decine di negozi, senza sapere bene cosa comprare (19%).

In più, quando parte la caccia agli affari, c'é chi paragona i prezzi scontati di diversi negozi e gira con una lista di importi pre-saldi (44%) e chi invece ha continuamente il dubbio di essere "fregato" (27%).

Il 70% del popolo dei saldi percorre ogni giorno una media di 4,5 chilometri, analizzando oltre 80 vetrine e imbattendosi in almeno 11 code tra quelle alla cassa e quelle per poter ricevere assistenza dai commessi.

Per quanto riguarda il tempo trascorso in un negozio, per il 31% degli intervistati, la media è tra i 15 e i 30 minuti: e se i frettolosi non superano i 5 minuti (i più numerosi per l'11% degli esperti) o arrivano al massimo ad un quarto d'ora (14%), molti di più sono gli italiani che rimarranno almeno mezz'ora (25%).

Lo studio delinea quindi cinque tribù dei saldi: i "numeri primi", sempre in prima fila nel primo giorno di saldi, che seguono un itinerario preciso e fanno di tutto per ottenere il miglior prezzo; i "senza rotta", per la maggior parte uomini, che percorrono più chilometri, rimangono incastrati in più code e spesso acquistano una cosa di cui non avevano bisogno; i "super voraci", che percorrono chilometri, hanno le idee chiare su dove andare e per trovare ciò che vogliono sono disposti a tutto; gli "ultimo minuto", dei veri e propri masochisti, stressati, che odiano andare per saldi, ma non ne possono fare a meno.

Infine, i "dolce gusto", in predominanza coppie, spesso con idee ben chiare, per i quali la scelta degli abiti è un piacere: i soli che riescono a vivere i saldi positivamente e senza stress.