20 e 21 Aprile a Bari: Primo Concorso Enologico Nazionale dei vini rosati d’Italia

Primo Concorso Enologico Nazionale dei vini rosati d’Italia

La Regione Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo Rurale, con il patrocinio del Ministero delle politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha indetto ed organizzato il Primo Concorso Enologico Nazionale dei vini rosati d’Italia.

L’idea del concorso nasce anche per colmare un’ingiustizia perpetrata ai danni del vino rosato, troppo a lungo considerato un sottoprodotto della produzione vitivinicola, senza la dignità del bianco o del rosso.

L’evento entrerà nella sua fase più interessante il 20 e 21 aprile 2012, quando nell’Hotel Villa Romanazzi Carducci di Bari la giuria tecnica si riunirà per valutare i campioni di vino rosato iscritti alla competizione. A tal proposito, per assicurare regolarità al concorso, sono state coinvolte Assoenologi nazionale che sovraintenderà al corretto svolgimento delle operazioni di selezione, e l’Accademia Italiana della vite e del vino che curerà l’aspetto scientifico nelle sue varie fasi.

Era doveroso per la Puglia – ha dichiarato l’Assessore Stefàno” – storicamente vocata alla produzione dei rosati, rendersi protagonista di una iniziativa di altissimo profilo che non ha precedenti nella storia dei concorsi nazionali dedicati alla enologia di qualità”.