A Roma la presentazione del rapporto OBI dal titolo "Il Valore Aggiunto del Comuni del Mezzogiorno"

 A Roma la presentazione del rapporto OBI dal titolo "Il Valore Aggiunto del Com

"Il Valore Aggiunto dei Comuni del Mezzogiorno. Stime 1995-2010 e Previsioni 2011-2015". E' questo il titolo della conferenza tesa ad illustarre i risultati dell'ultima ricerca dell'Osservatorio Banche - Imprese di Economia e Finanza che si terrà il giorno 13 ottobre 2011, alle ore 10,30 a Roma, presso la Sala degli Atti Parlamentari della Biblioteca Giovanni Spadolini del Senato della Repubblica

Il Rapporto costituisce un utile strumento di analisi economica che contiene la serie storica (1995-2010) del Valore Aggiunto suddiviso per macrosettori, nonché le stime fino al 2015 a livello regionale, provinciale e comunale, elaborate attraverso l’applicazione di un nuovo modello econometrico caratterizzato da una filosofia top-down.

Il Rapporto vuole dunque essere capace di cogliere le caratteristiche e i mutamenti dei sistemi produttivi del Mezzogiorno e delle sue singole economie locali, cercando di colmare nel contempo quel vuoto informativo particolarmente sentito a livello territoriale da analisti e policy makers.

Per valorizzare al massimo tali aspetti ed offrire uno spaccato il più ampio possibile delle problematiche dell’economia meridionale, l’OBI intende presentare e discutere i dati emersi dallo studio con un ristretto gruppo di esperti e rappresentanti istituzionali di elevato standing onde consentire una approfondita lettura dei risultati in una prospettiva di forte legame con l’attualità.

Discuteranno l'On. Bruno Cesario Sottosegretario al Ministero dell'Economia e Finanze, l’On. Francesco Boccia, Coordinatore commissioni economiche gruppi parlamentari del PD, il Prof. Claudio Quintano, Rettore dell’Università di Napoli Parthenope, il Prof. Adriano Giannola, Presidente della SVIMEZ, il Prof. Massimo Locicero, Università di Roma La Sapienza, e l'Ing. Paolo Buzzetti, Presidente Ance.
Modererà l'incontro il vice direttore del TG1 - Rai, dott. Gennaro Sangiuliano.