Oltre trent'anni di storia per il Cinema Abc ed il suo centro

Trent'anni di storia per il Cinema Abc ed il suo centro

A trentacinque anni dalla sua apertura, il cinema Abc centro di cultura cinematografica di Bari celebra questo importante compleanno con la serata “La prima volta dell’ABC: l’ABC e l’Agis Puglia e Basilicata festeggiano i primi 35 anni”.

L’appuntamento è in programma domenica 2 ottobre come evento “Oltrefrontiere”, inserito nella rassegna “Frontiere- La prima volta”, organizzata dall’Apulia Film Commission.

L’affezionato pubblico dell’Abc, grazie alla collaborazione con la Apulia Film Commission e con la Cineteca nazionale di Milano, avrà modo di partecipare, domenica 2 ottobre alle 20, alla visione della pellicola “Quant’è bello lu morire acciso” di Ennio Lorenzini, prima pellicola in assoluto proposta nella sala di via Marconi nel 1976 e di recente restaurata in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia (ingresso libero fino a esaurimento posti).

Il film, interpretato fra gli altri da Alessandro Haber e Stefano Satta Flores, torna sullo schermo dell’Abc proprio nei mesi in cui il Paese ricorda il suo Risorgimento e l’Unificazione, con una pellicola che è omaggio a questo pezzo di storia: Lorenzini infatti con piglio documentaristico racconta nel suo lavoro dell’impresa di Carlo Pisacane e del suo sbarco a Sapri con 347 uomini.

Prima della proiezione aperta al pubblico, l’ABC ricorderà i suoi 35 anni di vita in un momento che avrà inizio alle 18 e raccoglierà i tanti amici, registi, operatori culturali, attori che, con i soci Agis, festeggeranno questo compleanno con i propri personali ricordi: a coordinare l’incontro ci saranno il Presidente dell’ABC Giancarlo Castellano e il giornalista Costantino Foschini, mentre fra i presenti ci saranno i presidenti di Agis e ANEC Carmelo Grassi e Francesco Santalucia, il presidente di Apulia Film Commission Oscar Iarussi, i critici Vito Attolini e Alfonso Marrese, i registi Alessandro Piva e Angelo Amoroso D’Aragona, il direttore della 01 Distribuzione Luigi Lonigro, il Presidente del Festival della Valle d’Itria Franco Punzi (ingresso su invito).