La mostra di "Dalì il genio" spopola ad Otranto: dopo due mesi oltre 20mila spettatori

La mostra di "Dalì il genio" spopola ad Otranto: in due mesi oltre 20mila spetta

''L'intelligenza senza ambizione e' come un uccello senza ali'', cosi affermava il genio Salvador Dalì che, con la mostra "Dalì il genio" ha già stregato più di 20mila visitatori.

L'esposizione in corso per tutta l'estate al Castello Aragonese di Otranto insieme alla rassegna collaterale "Oltredalì" sta riscuotendo un enorme interesse, molto apprezzata dalle migliaia di persone che hanno potuto ammirare le opere esposte da artisti nazionali.

"L'obiettivo di trasformare il Castello Aragonese di Otranto in contenitore d'arte e' stato raggiunto, la generosa risposta del pubblico gratifica e alimenta la nostra ambizione e la volonta' di migliorare sempre piu' l'offerta culturale. A breve presenteremo la nostra proposta per il 2012 e auspichiamo che il pubblico ci premi ancora una volta con lo stesso entusiasmo": commenta così gli ottimi risultati raggiunti finora Raffaela Zizzari, direttore artistico del Castello, gia' al lavoro per la definizione del programma per la prossima stagione

Ricordiamo, infatti, le mostre del 2009 e del 2010 di Mirò e Picasso che hanno registrato complessivamente le 90mila presenze. La mostra, aperta sino al 25 settembre (ingresso 6/4 euro) a cura di Alice Devecchi accoglie sei sculture originali in bronzo, tra le quali “Elefante cosmico” (di grandi dimensioni - h 120 x 90 x 350 cm), e una selezione di cinquantaquattro incisioni originali, che spaziano nel mondo del surreale per illustrare temi e testi letterari e che ancora una volta testimoniano la grande capacità grafica del maestro spagnolo.

Dal clima gotico travasato in surrealismo bianco/nero de “Il Castello di Otranto”, ai colori pallidi delle “Fiabe Giapponesi”, al vuoto di colore della carta lasciata nuda in “Tristano e Isotta”, al nero e oro glitterato degli “Amours Jaunes”, Dalì precipita con la sua gamma espressiva multiforme nel vero Castello Aragonese di Otranto.