La salvezza del Lecce "passa" per le magie di David Di Michele

La salvezza del Lecce "passa" per le magie di David Di Michele

Per tutte le notizie sull'U.S. Lecce c'è: http://www.leccecalcio.tv/, la web tv di SalentoWebTv interamente dedicata ai giallorossi.

(di Carmen Tommasi)- Grinta, talento, esperienza, classe e determinazione. David Di Michele è l'uomo in "più" in casa Lecce. Il gioellino romano, 35 anni compiuti lo scorso 6 gennaio,è stato portato nel Salento da Gigi De Canio nel febbraio 2010 in prestito secco dal Toro e, poi, acquistato a titolo definitivo dalla società di Cairo nello scorso calciomerato estivo.

Uomo fondamentale per lo sprint finale in serie cadetta per la conquista della massima serie nella stagione precedente e ora, si spera, la "pedina" salvezza nelle ultime otto finalissime in cui il Lecce dovrà lottare per conquistare la permanenza in serie A.

Stagione questa per il bomber di Guidonia, 5 gol messi a segno nel campionato in corso, caratterizzata da infortuni che hanno condizionato la sua annata.

L'ultimo stop (contrattura al bicipite femorale della gamba destra) dell'ex capitano granata risale al 20 febbraio scorso in Lecce-Juventus e che poi, lo ha costretto a saltare le successive partite contro Brescia, Roma, Bologna e Inter. Di Michele era tornato in campo, proprio contro gli uomini di Del Neri, dopo essere stato fermo per quattro turni sempre per problemi fisici.

Ora, pare, vista la sosta per gli impegni della Nazionale che David Di Michele sia pronto a scendere in campo il prossimo 3 aprile, in Lecce-Udinese.

Se lo augura De Canio, lo spera il presidente Semeraro e, in primis, il ritorno di Re David lo "sognano" i tifosi giallorossi.