"Inventato lo stupro a Piazza di Spagna": lo confessa la spagnola

"Ho inventato tutto. Non ho subito violenza sessuale, volevo solo sottopormi a test sanitari per un rapporto sessuale consenziente che avevo avuto occasionalmente".

La ragazza spagnola di 23 anni che il 19 febbraio scorso aveva denunciato di essere stata stuprata nei pressi di piazza di Spagna, smentisce così qunato da lei stessa sostenuto.

La confessione è stata rilasciata agli agenti della Squadra mobile che indagavano per conto della Procura di Roma. All'esito delle indagini, essendo state accertate numerose incongruenze nel racconto della giovane cittadina spagnola, la donna e' stata nuovamente sentita nel pomeriggio di ieri dal Pubblico Ministero titolare delle indagini e dagli Ufficiali di Pg della Squadra Mobile.

A fronte delle contestazioni che le sono state mosse la giovane ha dichiarato di non aver subito alcuna violenza sessuale da parte di due uomini in via Sebastianello e di aver presentato la falsa denuncia al solo scopo di poter sottoporsi a un'adeguata profilassi sanitaria a seguito di un occasionale rapporto sessuale non protetto.

La giovane e' stata indagata per simulazione di reato.