Violenza donne: province in prima linea contro il silenzio

Violenza donne: province in prima linea contro il silenzio

''La violenza sulle donne si esprime in molte forme: è una violenza prima di tutto fisica e psicologica, ma c'e' anche una violenza più sottile, che è quella che passa dalla esclusione della donne dalla vita politica. In Italia la presenza femminile nelle istituzioni e nei partiti politici e' ancora troppo marginale: parliamo di appena il 21 % alla Camera del 18% al Senato''.

Lo dichiara il Presidente dell'Upi Giuseppe Castiglione in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

''Come Consulta delle Pari opportunità - aggiunge Lidia Nobili, Presidente della Consulta Upi - vogliamo cogliere l'occasione della per ribadire che un Paese in cui non è garantita la parità non c'è vera democrazia. Per questo 25 novembre - aggiunge - le Province hanno scelto di mettere in campo iniziative destinate a rompere il silenzio intorno a queste tematiche, Consigli provinciali straordinari aperti ai cittadini, manifestazioni pubbliche, fiaccolate, saranno infatti realizzate in tutte le Province per portare all'attenzione del Paese il tema della violenza sulle donne e sulla parita' di genere''.