Lecce, protestano i lavoratori della Bat

Lecce, protestano i lavoratori della Bat

Lecce- Non ci stanno e protestano. I lavoratori della stabilimento leccese della "British american tobacco" hanno sfilato, ieri, in corteo contro la chiusura della fabbrica.

La decisione di fermare la produzione di sigarette nell'azienda salentina è stata comunicata la settimana scorsa dalla multinazionale.

"Tra le motivazioni addotte dai vertici aziendali – hanno reso dalla Bat – sembrerebbe essere quella della non competitività dello stabilimento leccese sul costo del lavoro se confrontato con altri stabilimenti europei ma la succitata motivazione risulta inaccettabile e non imputabile ai dipendenti e allo stabilimento considerato in quanto la produzione presenta comunque un saldo attivo".

Dopo un sit-in davanti ai cancelli dello stabilimento, circa 500 lavoratori, insieme ad alcuni deputati salentini e al sindaco di Lecce, Paolo Perrone, hanno attraversato le principali strade della citta' raggiungendo la sede della Provincia di Lecce.

Il blocco della circolazione stradale, causato dal corteo, ha fatto innervosire qualche automobilista lamentatosi perché costretto alle tappe forzate imposte dagli ingorghi, come quello originatosi all’altezza del rondò nei presi dell’Hotel Tiziano, punto di confluenza delle auto che provengono da ben quattro direttrici solitamente assai trafficate, tra cui la superstrada Brindisi - Lecce.