Al via "L'Officina del fare" nel Castello di Collepasso

Le porte del Castello di Collepasso si sono riaperte ufficialmente il 15 aprile scorso, inizia così a vivere una nuova stagione culturale uno dei beni attrattori del Sac Salento di Mare e di Pietre, gestito da Axa Cultura.
Il palazzo, infatti, costituisce da sempre il richiamo più autorevole al passato di questo territorio, stagliato sull'ampio spiazzo delimitato da via Puccini, e adesso ospita l'Officina del Fare, un progetto ricco di laboratori didattici che prende il via con il primo corso di Stampa 3D a cura di Fablab Lecce, in programma ogni settimana a partire dal 12 Maggio prossimo. Si partirà da un'introduzione alla stampa 3D sino ad arrivare all'assemblaggio di una stampante e ai suoi campi di impiego.

Il percorso multidisciplinare dell'Officina del Fare è ricco di laboratori che nei prossimi mesi animeranno il calendario di un luogo inteso come crocevia di scambio, lavoro e ricerca: oltre al laboratorio FabLab, sarà possibile seguire i laboratori MediaLab, TextLab e ArtLab.
Gli appuntamenti, a scadenza settimanale, sono rivolti a tutti. L'Officina del fare è il luogo in cui si intrecciano i linguaggi, le nuove tecnologie, le idee, attraverso la partecipazione, la condivisione, la messa in rete delle esperienze.

Il grande corpo centrale del palazzo Baronale, sviluppato su due piani fuori terra, e in due brevi "ali" laterali, insieme al design storico delle sue finestre hanno ispirato il concept grafico dell'Officina del Fare che si svolgerà in questa atmosfera d'altri tempi, in spazi ampi e confortevoli.

La mappa del castello è tutta da scoprire: vi si accede attraverso due grandi portali: quello a sinistra immette nell'area più antica; quello di destra, invece, introduce in un vestibolo che sfocia nel cortile interno.
Tutto intorno al cortile si articolano, poi, i vari locali seminterrati o terragni, voltati quasi sempre a botte e adibiti in origine a vari usi, a deposito di derrate alimentari, a palmento, a forno. Dal vestibolo d'ingresso, mediante una scalinata, si sale al piano nobile che si sviluppa solo sul lato occidentale e meridionale del grande quadrilatero. Insomma, un luogo da vivere e dove poter creare e sviluppare idee innovative.

L'Officina del Fare vi aspetta!