"Nandu Pop Re-evolution": l'arte di Marcello Quarta e Fabio Gismondi

Un progetto dedicato al Salento, alle problematiche che ne minano la bellezza, la biodiversità, la sostenibilità ambientale, la salute. Raccontare l'altro volto del territorio è l'obiettivo di "Nando Pop Re-evolution", il progetto che unisce le visioni pop di Marcello Quarta a Fabio Gismondi. La mostra, pensata come un vero e proprio omaggio ad uno dei volti simbolo del Salento, Nandu Popu, voce storica dei Sud Sound System e appassionato attivista, sarà inaugurata questa sera, Sabato 27 Febbraio, alle ore 20.30 negli spazi del Bella Vie Lounge Bar, in Via Cadorna a Surbo. L'evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/955124517903077/
Ospite d'eccezione Fernando Blasi Nandu Popu dei Sud Sound System, introduce la serata Cinzia Rotondi (ingresso libero). Da anni noi prestiamo attenzione alle evoluzioni creative di Marcello Quarta, nel tempo è diventato un nostro caro amico, abbiamo seguito i suoi eventi e ospitato ospitato una sua mostra nella sede di Salentowebtv. Abbiamo chiesto all'artista salentino Marcello Quarta com'è nato questo progetto:

"Questo progetto è nato da un'idea mia e di Fabio Gismondi, un artista di Frosinone che ha esposto anche al Maxxi di Roma. Lo abbiamo pensato come un modo per utilizzare l'arte in difesa del territorio, ma soprattutto è un progetto in onore di Nando che difende questa terra e si fa portavoce delle istanze di tutti i salentini, Nando si prodiga per il Salento da anni, indossa i nostri No al carbone, no all'Ilva, no al Tap, no Xylella. Abbiamo preso dei vari segmenti di questo suo modo di indossare e militare il NO e li abbiamo trasformati in immagini. Il fatto stesso che Nando si presenti ad un concerto con la maglia No al carbone ci ha permesso di trasformare questa sensibilizzazione in pop art."

Cresciuti a pane e Warhol, innamorati delle intuizioni geniali di Pollock, Marcello Quarta e Fabio Gismondi hanno iniziato a lavorare al progetto mesi fa:

"Quattro-cinque mesi di lavoro complessivi per dare forma all'idea iniziale. Noi ci siamo conosciuti in una galleria in Turchia, lì circa un anno fa è nata questa collaborazione. Pur non essendo salentino, Gismondi conosce le problematiche sommerse del territorio. Al momento la mostra resta circoscritta al Salento, stiamo lavorando a nuovi progetti. E' stata una gioia grande poter lavorare a quattro mani, intrecciare visioni, suggestioni, idee. E Nando ha appoggiato questo percorso."