Grosseto Lecce 0-3. Le pagelle

Grosseto Lecce 0-3. Le pagelle

LECCE (4-3-3)

Rosati 6: Alla sua 36esima presenza stagionale, i toscani gli concedono una giornata di semi-riposo e si dedica solo all'ordinaria amministrazione.

Angelo 7.5: Gladiatore. Difende, corre, crossa, salta l'uomo e segna. Se la intende alla grande con Marilungo, che gli serve con un geniale colpo di tacco l'assist del 2-0. Sfiora anche la doppietta personale. Scusate, se è poco.

Ferrario 6: Meticoloso. Qualche veniale titubanza su Esposito e Pichlmann, ma ne esce comunque senza macchie. Prova di qualità e sostanza.

Fabiano 6.5: Generoso. Ci mette, muscoli, esperienza e determinazione, ringhia su Esposito e sorveglia con destrezza e sicurezza la sua area di rigore.

Mesbah 6: Altruista. Sempre attento in copertura, molte discese sulla fascia sinistra, ma meno "fiammanti" del solito. Cresce ed è bella l'intesa con Di Michele.

Munari 6: Irruento. Dinamico e sempre in movimento sin dai primi minuti di gioco, macchia, però, una prestazione fisica e di sacrificio con un duro ed ingenuo fallo da rigore su D'Alessandro.

Vives 6.5: Guerriero. Pressing asfissiante a 360°. Lotta a centrocampo senza fermarsi per "rifiatare" e rilancia l'azione di rimessa con grande forza di volontà. Una gara di sacrificio, ma per uno come lui, non è una novità (39'st Belleri ng)

Giacomazzi 7: Magistrale. Segna alla prima occasione utile su assist di Di Michele e regge il "fronte" quasi da solo. Il centrocampo giallorosso è in giornata, lui pure. (31' st Bertolacci sv)

Di Michele 7: Frizzante come una coppa di champagne: cambia il passo alla squadra, sfiora il gol e adesso il Lecce non può fare a meno di lui. Sfodera tutto il suo "repertorio", si libera di due avversari e manda in gol Giacomazzi. (26' st Schiavi sv)

Corvia 6.5 Cosa chiedergli di più? Incredibile la sua forza e il suo fiato. Sfrutta l'errore di Caparco per segnare il gol del definitivo 0-3, cancella definitivamente i sogni di rimonta del Grosseto e sale a quota quindici centri stagionali.

Marilungo 7: Maestoso. Trasforma ogni pallone che tocca in un pallone pericoloso. Ha una marcia in più e arriva come un treno in ogni zona del campo in cui è richiesto il suo intervento. Manda in gol Angelo con un colpo di tacco e sfiora in almeno due circostanze la marcatura.

De Canio 7: Partita maiuscola dei suoi: forza, grinta, energia e determinazione e i tre punti sono in cassaforte.

GROSSETO (4-4-2)
Caparco 5; Turati 5.5, Melucci 5, Conteh 6, Mora 6, Job 6, Consonni 5 (17’st Vitiello 6), Carobbio 6, Vitofrancesco 5.5 (5'st D'Alessandro 6.5), Esposito 6, Pichlmann 4.5 (26' st Alfageme sv). A disp.: Aldegani, Joelson, Federici, Fautario. All. Sarri 5.5

ARBITRO: Rizzoli di Bologna.

MARCATORI: 39' Giacomazzi, 46' Angelo, 26' st Corvia.

NOTE: Spettatori 3500 circa, per un incasso di 58560 euro. Ammoniti: Fabiano, Conteh, Mesbah (gf). Angoli: 3-3. Rec.: pt 1’, st. 2'.