Kubico porta il design salentino al Salone del mobile di Milano

Kubico porta il design salentino al Salone del mobile di Milano

Il design made in Salento si distingue per originalità in Italia e nel mondo.

Dal 17 al 22 aprile, in occasione del Salone Internazionale del Mobile di Milano, la manifestazione più importante al mondo per il design, l’architettura degli interni e ogni tipo di produzione e ricerca legata al mondo dell’arredamento, Kubico espone quattro nuovi prodotti caratterizzati da una attenta ricerca nel campo del Design Emozionale e relazionato al territorio Salentino.

Il primo è Cinqueluci Lampada di Andrea Surdo.
Cinqueluci è una lampada monumentale, un oggetto luminoso puntuale per dire e ricordare a tutti dove si sta, da dove si viene e dove si va. E’ un oggetto arcaico e modernissimo insieme, una luce per l’ambiente e per sè, utilizzabile con piu’ modalità di accensione dalla trasparenza luminescente che si ottiene accendendo solo la luce interna sino alla presenza forte e potente delle cinque lampade da 100 w accese contemporaneamente. Un design capace di evocare piccole magie legate ai menhir preistorici o al fascino di un faro lontano.

Il secondo dal titolo Ficodindia di Antonio Surdo.
Ficodindia e’ un elemento a fortissima caratterizzazione estetica, si presta ad essere utilizzato come elemento divisore, come attaccapanni o come decorazione ambientale. Nell’intenzione e nella sua ispirazione e’ un’offerta, un atto d’amore dedicato al Salento e alla sua identità territoriale.

Il terzo è stato chiamato Mirrors Specchiere di Piero Surdo.
Oggi reinterpretando un oggetto del nostro mondo legato più all'apparire che all'essere il designer propone il tema dello specchio, davanti al quale l'uomo si confronta con la sua immagine il suo io, innamorandosene narcisisticamente o scoprendone le identità sfaccettate, o ancora nascondendosi dalla realtà.

Il quarto ed ultimo è Come quando fiori piove Lampada di Lorenzo Gemma.
Come quando fiori piove, è una lampada da tavolo che puo’ essere sviluppata anche nelle versioni da terra e sospesa. Il decoro ottenuto traforando una lastra di Corian è una dedica poetica ai ricami e alle luminarie salentine. La lastra traforata si aggancia alla base con un semplice incastro, e sono previste due diverse inclinazioni.

www.kubico.it