Parco Gondar, il bilancio di una stagione da record con circa 180.000 spettatori

Parco Gondar, una stagione da record con circa 180.000 spettatori

Si è conclusa ieri la stagione del Parco Gondar a Gallipoli, che quest’anno ha superato ogni aspettativa in termini di presenze, circa 180.000 in tre mesi di programmazione.

Una stagione da record con circa 180.000 spettatori che hanno frequentato la location salentina; 90 giorni di spettacoli, 3 palchi e circa 250 gli artisti che hanno fatto ballare il pubblico proveniente da tutta Europa (circa 15.000 persone hanno usufruito del servizio navetta del PARCO GONDAR, “SalentoYou”); questi i numeri che hanno riconfermato il Parco Gondar tra le migliori realtà musicali in Italia.

Il live del 15 agosto di Paul Kalkbrenner è stato ribattezzato come “Il Ferragosto d'Italia” al Parco Gondar, registrando un pubblico record: 15.000 persone; gli splendidi show di Caparezza ed il Birthday Bash dei Sud Sound System (che hanno festeggiato i loro vent’anni di carriera affiancati sul palco da star come star come Shaggy, Junior Kelly, T.O.K. Riva Starr ) hanno registrato 10.000 presenze.

Il Parco Gondar ha confermato anche quest'anno la sua attenzione verso tutto il panorama musicale, con concerti, esibizioni ed eventi per ogni tipo di pubblico. Dagli spettacoli per i bambini passando per i grandi raduni reggae che hanno visto come protagonisti artisti del calibro di Toots and The Maytals, Sud Sound System, Mr Vegas, Antony B, T.O.K., Morgan Heritage.

Anche grandi nomi della scena pop e rock della musica italiana con Caparezza, Subsonica, Alessandro Mannarino, Giuliano Palma, Afterhours, sino ad arrivare ai massimi esponenti della scena mondiale della dance ed elettronica con Paul Kalkbrenner ,Bob Sinclar, Ellen Allien, Miss Kittin , Marco Carola, Magda. Non solo grandi nomi della scena nazionale ed internazionale, ma anche le migliori realtà emergenti del panorama pugliese alle quali è stato affidato spesso il compito e l'onore di aprire le esibizioni degli ospiti principali.

Un successo in termini di pubblico del quale ha usufruito tutto il territorio salentino e in particolare la città di Gallipoli che non a caso ha registrato anch'esso un afflusso turistico da record e che mai come quest'anno ha avuto un incremento di turisti stranieri richiamati da un calendario artistico di caratura internazionale.

Da ricordare, inoltre, che circa il 60% degli eventi musicali sono ad ingresso gratuito.