Mantova Lecce 2-2. Le pagelle

Mantova Lecce 2-2. Le pagelle

Rosati 5.5: Non impeccabile. Poteva fare qualcosa in più sul gol di Salviati, ma sulla punizione di Locatelli ha la visuale offuscata e la sua respinta lascia a desiderare. Nella ripresa si riscatta con almeno due uscite coraggiose.

Angelo 5: Pasticcione. Parte male e resta fuori dalle dinamiche del gioco per gran parte del primo tempo, poi cresce e se la intende bene con Munari, ma ci mette del suo in occasione del secondo gol con un pallone perduto sulla sua fascia.

Terranova 5.5: Distratto. E' fuori posizione nell'azione del gol del raddoppio del Mantova, ma in altri casi si rende protagonista di alcuni anticipi provvidenziali, anche se in più di una circostanza si dimentica degli avversari .

trong>Fabiano 6: Senza infamia, ne lode. Soffre ad inizio gara gli affondi dei lombardi che spesso e volentieri si fanno vedere dalle sue parti, ma per il resto non compie nessun errore plateale.

Mazzotta 6.5: Coraggioso. Va in affanno ad inizio gara quando il Mantova è più reattivo in fase di spinta e soffre non poco le incursioni di Spinale, ma cresce con il passare dei minuti sia in fase di ripiegamento che di copertura.

Munari 7.5: Vulcanico. Si riscatta alle grande dopo le ultime due prestazioni "opache", salvando il suo Lecce dalla sconfitta in ben due occasioni. Doppietta personale di testa e quarto gol stagionale che coronano una prestazione non irresistibile, ma comunque concreta.

Giacomazzi 6: Efficace. Parte in sordina, ma poi prende le giuste misure agli avversari e detta "legge" nella zona mediana del campo. Lancia Munari in occasione del secondo gol.

Vives 7: Incontenibile. Come al suo solito lo si ritrova in tutte le zone del campo a recuperare una quantità industriale di palloni. Regala un assist perfetto per la testa di Munari nell'azione dell'1-1. Questo e tanto altro.

Mesbah 6: Sfortunato. Parte dalla destra, ma non è irresistibile, decisamente meglio quando ritorna sulla fascia sinistra che gli è più congeniale per attitudini naturali. Lascia in anticipo il terreno da gioco per infortunio.

Marilungo 7: Fermatelo, se ci riuscite: un fiume in piena. Non riesce ad andare in gol, ma è una vera e propria spina nel fianco per la retroguardia avversaria che è costretta sistematicamente a raddoppiarlo. Da applausi il suo assist per Corvia che lo porta da solo davanti ad Handanovic ed è lui a che "provoca" l'espulsione di Gervasoni.

Corvia 6: Impreciso. Tanto lavoro sporco per la squadra e tanto movimento: "becca" un palo su punizione e da lì nasce il pareggio, ma poi è poco lucido in almeno due occasioni sotto porta. Non è da lui.

Di Michele (38' pt) 5.5: Svagato. Potrebbe velocizzare l'azione, ma non ci riesce. Qualche bello spunto e molta irruenza in fase offensiva, ma è troppo distratto quanto arretra e perde palla in più di un'occasione

Baclet (34'st) sv

De Canio 6: Quarto pareggio di fila e un altro punto in più in classifica. Moduli a parte, oggi, è stato il carattere dei suoi ragazzi a portare a casa un punto che mantiene ben saldo il primato.