Il Vinitaly ai nastri di partenza. SalentoWebTv c'è.

vinitaly

Ai nastri di partenza la “truppa” pugliese pronta a “dar battaglia” alla 45° edizione del Vinitaly, che da domani 7 aprile a lunedì 11 concentrerà a Verona il meglio della produzione vitivinicola italiana, buyer provenienti da tutto il mondo e visitatori specializzati.

Grazie a un'intesa con l'assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, SalentoWebTv potrà raccontare in modo come al solito diretto e originale il cuore degli eventi. Francesca, Valeria e Christian saranno presenti nei padiglioni del Vinitaly tutto il giorno e tutti i giorni, tranne nelle ore che trascorrerano a dormire a Gardaland, nel cuore del Palazzo di Prezzemolo, il drago mascotte del parco divertimenti.

Per la Puglia il Vinitaly sarà una “battaglia” a colpi di tasting, degustazioni, laboratori del gusto, incontri b2b, seminari e tavole rotonde organizzati da Associazione Italiana Sommelier Puglia, Movimento Turismo del Vino Puglia, Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino Puglia e Slow Food Puglia. Le parcole chiave di questa presenza regionale al Vinitaly 2011 sono: crescita della domanda di vini leggeri, non solo vino (anche Salone Internazionale dell'Olio - con 15 aziende pugliesi - e Agrifood).

E’ talmente forte questa Puglia vinicola che l’edizione 2011 del principale evento italiano dedicato alla cultura e al mercato del vino e dei distillati (in Veneto da 45 anni) sarà caratterizzato, in pratica, da due elementi principali: la pugliesità e la massiccia presa di posizione nei confronti del b2b (“business to business”: vale a dire aziende produttrici e grandi buyers internazionali), pur continuando a privilegiare in ogni modo possibile il visitatore non tecnico o impossibilitato alle seghe mentali.

All’interno del tema pugliesità non si può dare risalto alle iniziative “I vini di Puglia vanno dritti al cuore” e “Divino Rosé”.
Il primo progetto è quelo di una serata a tema pugliese nel centro storico di Verona. La sera del sabato (9 aprile) - non un venerdì o una domenica: un sabato! - tra via Sottovia e piazzetta Pescheria sarà tutto come un immenso San Martino. “Un pezzo di Puglia” - come dice Stefàno - “proprio dove c’è la più alta concentrazione di ristorantini alla moda e locali tipici.

Sarà possibile consultare totem informativi sui vini di Puglia ma soprattutto degustarli gratuitamente”.
Il secondo progetto è il premio che, forse, riuscirà in via definitiva a sdoganare la qualità dei vini rosè, che in Puglia sono stati imbottigliati per la prima volta (dalla cantina Leone de Castris) e che probabilmente sono stati portati allo stato dell’arte. Il concorso viene bandito dalla Puglia, ma tutte le regionalità possono partecipare. Sarà presentato a Palazzo Giardini Giusti il 7 aprile e se dovesse spuntarla un vino nostro corregionale sarà davvero come avere la botte piena e la Puglia ubriaca.