Per chattare su un sito erotico rubava foto da Facebook di una 30enne leccese

Per chattare su un sito erotico rubava foto da Facebook di una 30enne leccese

E' finito nei guai un 45enne di Biella. L'uomo per chattare anonimamente su un sito per incontri sessuali utilizzava la foto "rubata" su Facebook a una persona ignara di tutto: e' stato scoperto dalla Polizia Postale che, dopo complesse indagini, lo ha denunciato per sostituzione di persona.

Protagonisti della vicenda sono un uomo di 45 anni di Biella e una signora di 30 anni di Lecce, vittima del suo raggiro, che si e' rivolta alle forze dell'ordine. Si è poi scoperto che il biellese utilizzava la foto della donna lavorando sul computer di una sua amica,a sua volta ignara delle sue intenzioni

E' stata lei a far scattare le indagini raccontando alla Polizia che diversi suoi conoscenti l'avevano informata che su un sito erotico compariva un utente con il nickname "vacca", al quale era abbinata una sua foto, perfettamente riconoscibile.

La Polizia Postale di Lecce ha identificato nel biellese l'autore del profilo, ma a quel punto è entrato in scena un terzo personaggio: una donna, di 42 anni, di Cossato (Biella), che, interpellata dalla polizia, è anche lei caduta dalle nuvole. Ha comunque spiegato che era stata lei a installare a suo nome l'utenza del denunciato, suo amico, per fargli un piacere, visto che non voleva ricevere bollette a casa sua e che ogni tanto accedeva all'alloggio dell'amica per connettersi a Internet. Il navigatore piemontese ha così creato, nel computer dell'amica, un profilo con il viso della leccese e successivamente si è spacciato per lei nel sito erotico.