"Benvenuti al sud" spopola anche in Spagna

"Benvenuti al sud" spopola anche in Spagna

"Benvenuti al sud" si è trarformato in un successo anche in Spagna. Il film-evento del 2010, ha fatto breccia anche nella penisola iberic. Uscito in più di ottanta sale il 4 marzo 2011 con il titolo spagnolo "Bienvenidos al Sur" (sito web: http://www.bienvenidosalsur.com), ha incassato oltre un milione di euro, bissando il grande successo ottenuto in Italia.

In Italia è invece il momento del Dvd del film: appena uscito (anche in versione Blu-ray) ha fatto registrare un autentico ''boom'' commerciale: circa 60 mila pezzi e quasi 5 mila Blu-ray venduti in pochi giorni.

Trama: Alberto, responsabile dell'ufficio postale di una cittadina della Brianza, sotto pressione della moglie Silvia, è disposto a tutto pur di ottenere il trasferimento a Milano, anche fingersi invalido per salire in graduatoria. Ma il trucchetto non funziona e per punizione viene trasferito in un paesino del Cilento, in Campania. Rivestito di pregiudizi, Alberto, che si sente come in un incubo, parte da solo alla volta di quella che ritiene la terra della camorra, della "monnezza" e dei "terroni" scansafatiche. Con sua immensa sorpresa scoprirà invece un luogo affascinante, dei colleghi affettuosi, una popolazione ospitale e un nuovo e grande amico, il postino Mattia, al quale darà una mano per riconquistare il cuore della bella Maria. Il problema ora però è un altro: come dirlo a Silvia? Già, perché da quando è partito, non solo il loro rapporto sembra rifiorito, ma agli occhi degli amici del nord Alberto è divenuto un vero e proprio eroe.