Incassi boom per "Nessuno mi può giudicare"

Incassi boom per "Nessuno mi può giudicare"

Sccessone di pubblico per la commedia "Nessuno mi può giudicare" che ha incassato nel primo weekend di programmazione circa 2 milioni di euro. Che diventano tre se si prende in considerazione il periodo che parte da mercoledì, data di uscita del film, ad oggi.

Al secondo posto si colloca "Amici Miei-Come tutto ebbe inizio" e al terzo posto il film d'animazione "Rango". Ottimo esordio da regista per Massimiliano Bruno, autore di questa commedia che vede Paola Cortellesi vestire i panni di una "escort per necessità" innamorata del rozzo Raoul Bova.

E' "Nessuno mi può giudicare" la sorpresa al botteghino del weekend appena trascorso, che ha battuto, con 3 milioni di euro di incasso, il favoritissimo "Amici Miei-Come tutto ebbe inizio", attestatosi al secondo posto con circa un milione di ritardo (2,14 milioni).

Terzo è invece il simpatico film di animazione "Rango", con un incasso di circa 2 milioni. Seguono a ruota "Dylan Dog-Il film", trasposizione cinematografica del più famoso fumetto italiano e "Il rito", horror con Anthony Hopkins.

Un film, "Nessuno mi può giudicare", che raccoglie in pieno l'eredità della commedia all'italiana e riesce a far sorridere mostrando i difetti della nostra società. Il successo di questa pellicola, che vede nel cast anche la partecipazione di Rocco Papaleo, è stato accolto con soddisfazione dallo stesso Massimiliano Bruno che ha così commentato: "La commedia popolare è ancora viva e il pubblico sta premiando un gruppo di lavoro che ha realizzato il film con amore. A dimostrazione che in Italia si puo' far ridere anche comunicando un profondo messaggio sociale". Rosario Amico