Eurogruppo- Berlusconi è soddisfatto: "Su debito e sud missione compiuta"

Eurogruppo- Berlusconi è soddisfatto: "Su debito e sud missione compiuta"

Silvio Berlusconi lascia nella notte la maratona dell'Eurogruppo soddisfatto per il risultato incassato dall'Italia nella trattativa per il nuovo Patto per l'Euro.

"Abbiamo ottenuto le due cose che volevamo" ha spiegato il premier con il viso ancora incerottato dopo l'intervento maxillofacciale per sistemare l'osso della mandibola, ovvero ''le facilitazioni'' per le aree depresse e quindi ''per il nostro Sud''. E l'inserimento della ''finanza privata'' come fattore rilevante nel considerare la stabilita' economica e finanziaria di un Paese.

Un parametro, aveva ricordato ieri sera Berlusconi, che fa balzare l'Italia al secondo posto tra gli stati più ricchi d'Europa, dietro alla sola Germania.

Per quanto riguarda il Mezzogiorno, il Cavaliere ha parlato di ''fiscalità di vantaggio e incentivi in deroga alle norme generali'' per le aziende. Berlusconi prima di partecipare al summit dei Paesi della zona euro aveva sottolineato come per la ''riduzione del debito pubblico, che dovrebbe essere di un ventesimo del debito stesso a partire dal 2015'', si era tutti d'accordo.

La ''sottolineatura da fare '' però, a detta dello stesso premier, era che tra i parametri di valutazioni vi fosse non solo il debito pubblico del Paese, ma anche lo stato di salute della finanza privata.

Il Cavaliere cita il caso dell'Italia, ''un Paese di risparmiatori, con un sistema di banche solido, con delle famiglie risparmiatrici''.

Unico accenno alle questioni interne riguarda la riforma del fisco: ''Ci stiamo lavorando'', ha assicurato Berlusconi prima di congedarsi dai cronisti e fare rientro in Italia dopo la lunga maratona negoziale.