Perrone-Coclite, "vogliono" il tricolore sui negozi e balconi leccesi

Perrone-Coclite, "vogliono" il tricolore sui negozi e balconi leccesi

Vetrine di negozi, bar, ristoranti e i locali di Lecce tutti allestiti per richiamare i valori sottesi alle celebrazioni per il 150° anniversario dell’unità d’Italia.

E’ questo il messaggio lanciato dall’assessore alle Attività Produttive Luigi Coclite che espressamente invita gli esercenti e gli operatori commerciali della città a collocare nei propri spazi espositivi bandiere ed oggetti che esaltino lo spirito di unità nazionale.

Dal canto suo, il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, fa proprio l’invito lanciato dal presidente della Repubblica Napolitano ad esporre da ogni balconi la bandiera dell’Italia. “Soprattutto in un momento come questo, difficile e delicato per il nostro Paese – ha sottolineato Perrone – il vessillo tricolore deve rappresentare un sentimento forte di identità nazionale attorno al quale si devono riconoscere tutti i valori che fanno parte del dna degli italiani. Per questa ragione invito i miei concittadini ad esporre dai propri balconi la nostra bandiera”.

Potranno restare aperti negozi, bar e ristoranti presenti a Lecce in occasione della Festa Nazionale proclamata per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia, in programma giovedì 17 marzo. La comunicazione arriva dall’assessore alle Attività Produttive del Comune di Lecce, Luigi Coclite.

“La normativa vigente e i più recenti provvedimenti dell’autorità giudiziaria amministrativa - spiega Coclite - non consentono di adottare provvedimenti di chiusura degli esercizi commerciali che potranno restare pertanto aperti anche nella giornata del 17 marzo, in piena libertà ed autonomia così come avviene in occasione delle altre festività nel corso dell’anno”.