Il Gallipoli ad Ancona per il riscatto

Il Gallipoli ad Ancona per il riscatto

Voltare pagina. E’ questo l’imperativo in casa Gallipoli, dopo la pesante sconfitta casalinga contro il Vicenza. I giallorossi sono reduci nell’ultima trasferta esterna di una vittoria con il Sassuolo, seguita da una "devastante" sconfitta interna (0-5) di sabato scorso contro gli uomini di Maran.
La partita di domani contro l'Ancona al "Del Conero" non sarà una gara semplice per gli uomini di Giannini, che incontrano una squadra che lotta ed è proiettata in chiave play-off, ma come ha ripetuto più volte il tecnico romano, il Gallipoli deve dimostare che l'ultimo k.o contro il Vicenza è stato solo frutto di una giornata negativa di tutta la sua squadra.

In difesa, non ci sarà il difensore Alessandro Grandoni, che deve scontare l’ultima delle tre giornate di squalifica, dopo l’espulsione nella partita contro il Grosseto. Rispetto alla gara contro il Vicenza in porta ci sarà un possibile ritorno di Sciarrone che potrebbe soffiare il posto a Koprivec, mentre a centrocampo potrebbe ritornare Sosa sulla destra al posto di Daino.
Questa la probabile formazione (3-5-2) che mister Giannini farà scendere in campo dal primo minuto al "Del Conero": Sciarrone in porta; Abbate, Tagliani, Pallante in difesa; Sosa, Mancini, Pederzoli, Lazzari, Scaglia a centrocampo; Di Carmine e Volpato in attacco .
Questa mattina, prima della partenza per Ancona, i galletti hanno sostenuto la seduta di rifinitura allo stadio “Bianco” di Gallipoli, senza Mister Giannini che si trovava a Roma, accompagnato dal direttore generale Giuseppe Iodice, per farsi ridurre dalla Corte di Giustizia federale lo stop di quatto giornate (il ricorso del Gallipoli calcio è stata accolto: le quattro giornate di squalifica sono state ridotte a due e, quindi, il tecnico giallorosso domani potrà essere seduto in panchina, ndr).
Ancona-Gallipoli, fischio d’inizio ore 14.00, sarà diretta da Luigi Nasca della sezione di Bari.