E' partito il nuovo tour di Elisa. Ieri la prima tappa nella capitale

E' partito il nuovo tour di Elisa. Ieri la prima tappa nella capitale

La voce di Elisa insieme ad atmosfere rarefatte, natura incontaminata, echi di vita primordiale e richiami celtici.

E' partito, ieri sera da Roma, "L'Ivy Tour"; il nuovo progetto live della cantautrice di Monfalcone.

Elisa, autrice, polistrumentista (ha suonato chitarra, flauto, percussioni e pianoforte), arrangiatrice, compositrice e produttrice discografica, è stata accolta trionfalmente dal pubblico - compresi i poliziotti - dell'Auditorium Conciliazione, dove si esibira' anche questa sera (ma nella Capitale tornerà anche il 7 maggio al Gran Teatro).

Sullo sfondo di un maxischermo scorrono immagini avvolgenti che mostrano suggestivi paesaggi naturali. Un unico piano sequenza in cui la natura e' a volte inondata di luce, altre a volta in un crepuscolo invernale.

''Vi devo dire una cosa intima, mia figlia Emma ha 16 mesi e da tre giorni ha cominciato a dire aho'', dice Elisa, al cui fianco c'e' il suo compagno, padre della piccola ed elemento fondamentale della band Andrea Rigonat. E scoppia subito in una risata contagiosa che provoca un lungo applauso.

L'attenta e coinvolta platea, tra cui ci sono anche Max Gazzè e l'astro nascente del jazz Raphael Gualazzi, segue cantando e ballando questo primo round del tour piu' lungo della sua carriera, 56 date, che vedra' un doppio show in ogni citta'.

Scivolano così, uno dietro l'altro in chiave acustica brani inediti come "Some time ago", "Frash Air", "Nostalgia" e versioni inedite di successi come "Una poesia anche per te", "Ti vorrei sollevare" e "Ostacoli del cuore".

Accompagnata da un coro giovanile romano, ecco "qualcosa che non c'è", "Fairy Girl" e "Rainbow". Per finire in bellezza con Luce, che dalla vittoria a Sanremo non la abbandona mai nei suoi live, e la magnetica Labyrinth.