Principi Attivi per Lecce

Principi Attivi per Lecce

Illustrati stamattina nella sala giunta di Palazzo Carafa i sei progetti (cinque più uno) di altrettanti giovani leccesi ammessi a finanziamento grazie al bando della Regione Puglia Principi Attivi, sui 2231 complessivamente presentati a Bari e 190 ammessi a finanziamento per un totale di 4 milioni 800mila euro.

I progetti, per la cui attuazione il Comune di Lecce metterà in campo risorse, uffici e know-how, sono stati presentati dal sindaco Paolo Perrone e dagli interessati.

Si tratta di Città: musei a cieli aperti di Lucrezia Perillo, Sistema informativo turistico della Provincia di Lecce di Maria Rita Pasimeni, Artigianub, di Claudia Mollese; Nuove Frontiere di Raffaella De Filippi e Luci d’artista di Chiara Miglietta, Memorable Art (ovvero il sesto, ammesso al sostegno di Palazzo Carafa in un secondo momento).

“Città: musei a cieli aperti”, prevede l’istituzione di un servizio di audio guide multilingue e a basso costo per la divulgazione dei contenuti storici,artistici e architettonici del centro storico di Lecce.

“Sistema turistico informativo della Provincia di Lecce”, punta alla messa in rete on line di tutto il patrimonio di informazioni necessarie al turista per visitare agevolmente la città.

“Artigianub”, mira alla salvaguardia del patrimonio di tecniche edilizie e decorative locali, anche grazie a corsi organizzati per l’apprendimento delle stesse; il quarto, “Nuove frontiere”, ha come obiettivo interventi di inclusione sociale e cittadinanza attiva, con particolare riguardo ai minori extracomunitari che devono essere integrati nel tessuto cittadino.

“Luci d’artista”, si ripropone un maggior coinvolgimento della città di Lecce nei circuiti artistici contemporanei, cominciando dalla sostituzione di alcune luminarie natalizie con 5 installazioni di artisti contemporanei, pugliesi e non.

“Memorable Art”, infine, prevede la creazione, alle Officine Knos, di una residenza internazionale per 10 artisti stranieri e 10 salentini che, insieme, dovrebbero alla fine contribuire con il loro lavoro alla creazione di un network artistico permanente in città.

“Sono progetti - ha detto il sindaco Perrone - meritevoli tutti di attenzione e di finanziamento, in quanto capaci di garantire un’opportunità di lavoro ad altrettanti ragazzi salentini”.

Per questo il primo cittadino ha annunciato di aver chiesto al presidente della Regione Puglia Nichi Vendola di ampliare la platea dei progetti che possono contare su un contributo economico, raddoppiando le risorse messe a disposizione dal bando Principi Attivi e dunque il numero dei progetti finanziabili.