Influenza A: è morto un 57enne, è la settima vittima in Puglia

Influenza A: è morto un 57enne, è la settima vittima in Puglia

Un uomo di 57 anni, contagiato dal virus dell'Influenza A, è la settima vittima in Puglia registrata dall'inizio dell'anno.

Lo ha confermato la responsabile dell'Osservatorio Epidemiologico Regionale, Rosa Germinario, che ha confermato il decesso, avvenuto a seguito di complicazioni per una grave patologia.

Il paziente era ricoverato al Policlinico di Bari, nel reparto Ematologico.

Questo virus, secondo l'Istituto Superiore di Sanita' (Iss) rappresenta il 60-70% dei casi di influenza, una percentuale comunque inferiore al 2010 quando la totalità dei casi era imputabile all'influenza A. Cresce intanto il numero di casi gravi rilevati dalla rete nazionale Ecmo di cure intensive, che raggruppa 14 centri in tutta Italia.

Secondo Gianni Rezza, direttore del dipartimento Malattie Infettive dell'Iss, Gianni Rezza, il maggior numero di morti per influenza A registratosi in Puglia è "difficile da spiegare" ma potrebbe imputarsi ad un "insieme di fattori", come la "relativamente bassa copertura vaccinale delle fasce a rischio o forse una maggiore incidenza di malati a livello locale in determinate aree".

Rezza ha aggiunto che "al momento il 60-70% dei casi di influenza è dovuto al virus A/H1N1, il resto é di tipo B. Nel 2010 pressoché il 100% dei casi fu invece dovuto al virus A".