Le pagelle di Lecce-Sampdoria

Le pagelle di Lecce-Sampdoria

(di Carmen Tommasi)

Rosati 6: C'è. Incerto in occasione del primo gol di Pazzini, ma per tutto il resto della gara si dimostra sempre attento e tempestivo nelle uscite. Decisivo l'intervento su Guberti. Ne prende altri due, ma non ha colpe.

Rispoli 5: Impreciso. Diversi e preoccupanti errori in fase difensiva, ancora peggio quando si trova a dover far ripartire l'azione. Giornata storta.

Fabiano 5: Distratto. Ha sulla coscienza il primo gol di Pazzini: anticipa goffamente Rosati e serve il pallone all'attaccante blucerchiato. Meglio nella ripresa quando fa coppia con Diamoutene. E' suo l'assist per il gol del momentaneo pareggio del maliano.

Giuliatto 5: Disordinato. Tentenna in più occasioni in fase di marcatura, ma c'è da dire che viene adattato in un ruolo non suo. Ad inizio ripresa lascia il posto a Diamoutene.

Mesbah 6: Reattivo. Mette in difficoltà in più occasioni la retroguardia blucerchiata quando si spinge in avanti con le sue rapide percussioni, anche se poi è poco concreto. Da uno come lui, ci si aspetta molto di più.

Grossmuller 4.5: Così non va. Se la cava malino sia in fase di contenimento che sotto il profilo della spinta. Interviene ingenuo su Marilungo e Gava assegna il penalty contro i giallorossi (che Pazzini non sbaglia). Al 55' esce in favore di Munari.

Giacomazzi 6: Concreto. Nel giorno del suo compleanno il capitano cerca con grande difficoltà di tenere a galla i suoi, ma spesso e volentieri è isolato e non supportato dai compagni di reparto. Nella ripresa contribuisce alla bella prova dei giallorossi, ma alla fine esce dal campo stremato.

Bertolacci 6: Generoso. Gli manca il ritmo partita, ma si da comunque un gran da fare a centrocampo a sostegno della manovra offensiva. Latita, invece, in fase d'interdizione. Va vicinissimo al gol dalla distanza.

Jeda 5: In ombra. Fuori dalle dinamiche del gioco per quasi tutta la gara. All'80' lascia spazio a Corvia.

Di Michele 7: Trascinatore. Infastidisce e lotta come un dannato contro la difesa blucerchiata per quasi tutti i 90'. Al 72' approfitta di un'incertezza difensiva di Lucchini e Gastaldello e porta i suoi sul 2-1. Poco dopo sfiora la doppietta. Il Lecce avrebbe bisogno di due come lui.

Chevanton 4: Scellerato. Si propone con grande generosità da inizio match e prova anche alcune conclusioni da fuori che mettono in ansia gli ospiti. Al 37', però, perde la testa e commette un inutile fallo di reazione su Marilungo che gli costa il rosso diretto.

Munari (55' st) 6.5: Vivace. Il suo ingresso in campo cambia il volto alla gara grazie ai suoi inserimenti in area di rigore avversaria e non solo. Domada: come si fa a non farlo partire titolare?.

Diamoutene 6.5 (46' st): E' tornato. In campo nel secondo tempo al posto di Giuliatto. All'83' si fa trovare pronto e batte Curci di testa su assist di Fabiano, realizzando il gol del momentaneo 2-2. Da "separato" in casa a protagonista e gran parte del "Via del Mare" lo abbraccia virtualemente. Da riproporre.

Corvia (80' st) s.v

Sampdoria: Curci 7, Cacciatore 5.5 (75' Volta s.v.), Gastaldello 5.5, Lucchini 6, Ziegler 6, Koman 5.5 (55' Mannini), Tissone 6.5, Poli 6, Guberti 6, Pazzini 7.5, Marilungo 6.5 (67' Dessena). A disp.: Da Costa, Accardi, Sammarco, Pozzi. All.: Di Carlo.

Segui le ultime news sull'U.S. Lecce su http://www.leccecalcio.tv/, la web tv di Swtv interamente dedicata ai giallorossi.