Scommesse sportive clandestine on line: la Finanza mette i sigilli al centro

Continua l’attività delle Fiamme Gialle a contrasto del gioco illegale ed a protezione dei consumatori da proposte insicure e pericolose perché non gestite e garantite dallo Stato, come, ad esempio, le raccolte abusive di denaro, effettuata in alcuni centri di scommesse on-line, gestite da bookmaker esteri non autorizzati ad operare nel nostro paese.

La notte scorsa, i Finanzieri hanno posto fine ad un giro di scommesse clandestine on-line legate ad eventi sportivi.

I gestori di un centro illegale di scommesse sportive nella provincia, sprovvisti di qualsivoglia autorizzazione prevista dalle leggi di Pubblica Sicurezza, raccoglievano e gestivano telematicamente scommesse su eventi sportivi.

Nel caso specifico, i gestori effettuavano la raccolta delle scommesse da parte degli avventori, utilizzando account intestati a prestanome ed, in alcuni casi, direttamente al banco, in violazione a quanto disposto dalla vigente normativa.

Le scommesse sportive, possono essere effettuate solo ed esclusivamente da giocatori che utilizzano una postazione internet, dopo essersi preventivamente registrati nei relativi siti gestiti dai bookmaker telematici appositamente autorizzati dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, attraverso l’utilizzo di un account personale, effettuano i pagamenti delle giocate e ricevono le eventuali vincite mediante addebito o accredito delle somme sul proprio conto virtuale.

I Militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Lecce, constatata la totale assenza delle autorizzazioni prescritte, operavano una perquisizione all’interno dei locali del centro scommesse illegali che si concludeva con il sequestro dell’immobile, 13 personal computer, 4 stampanti, utilizzati per le giocate clandestine, nonché la somma di 444 euro, provento dell’attività illecita.

I gestori sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Lecce per il reato di esercizio di scommesse clandestine.