Palese denuncia: "Nessuna assistenza nelle carceri"

Palese denuncia: "Nessuna assistenza nelle carceri"

''La Puglia di Vendola non garantisce assistenza sanitaria neanche nelle carceri''. A denunciarlo in una nota il consigliere regionale della Puglia del Pdl, Rocco Palese.

''A fronte di esponenti dell'estrema sinistra nazionale e pugliese - dichiara Palese - che non perdono occasione per fare passerelle tra i detenuti denunciando condizioni di vita disumane nelle carceri, la Regione Puglia è l'unica regione d'Italia a non aver attuato le norme sull'assistenza carceraria e a non garantire assistenza medica ai detenuti, come peraltro ammesso anche da esponenti della Asl di Lecce''.

''Appare quindi evidente - prosegue il consigliere - che ogni tentativo della Regione di scaricare responsabilita' su altri, per esempio sul Governo nazionale, e' falso e strumentale: in primo luogo perche' tutti sanno che la sanita' penitenziaria dal 2009 e' passata dalle competenze del ministero della Giustizia a quelle delle Asl e, quindi, sta alla Regione programmare e finanziare anche questa assistenza sanitaria; in secondo luogo perchè le denunce dei detenuti riguardano le liste d'attesa chilometriche (anche in carcere!) per visite specialistiche, quindi è evidente che le carenze riguardano il personale medico e medico specialistico e non il personale non sanitario''.

''In ogni caso - conclude l'esponente Pdl - non si capirebbe come mai la Regione Puglia si ostini a "rispettare" le leggi e le norme nazionali solo nel caso dell'assistenza sanitaria nelle carceri quando da oltre cinque anni, ogni giorno e praticamente con ogni atto, il Governo Vendola viola leggi regionali, nazionali, europee e, forse, anche leggi divine''.