Ferrario sprona i tifosi: "La salvezza? Al Via del Mare con il loro sostegno"

Ferrario sprona i tifosi: "La salvezza? Al Via del Mare con il  loro sostegno"

(Carmen Tommasi)- Come lo aveva immaginato. Come lo aveva sognato. O forse ancora meglio.

Il debutto in serie A di Stefano Ferrario è stato proprio contro la sua squadra del cuore, il Milan a San Siro.

Per il 25enne difensore centrale milanese, nato a Rho, la scorsa stagione è stata quella che dalla C1 con il Ravenna, alla serie B con il Lecce, lo ha portato fino al grande salto in massima serie.

Ci racconti le emozioni che ha vissuto a San Siro per quello che è stato il suo esordio in serie A?
"Domenica scorsa sono partito titolare a Milano contro i rossoneri, mentre lo scorso anno giocavo contro il Portogruaro. Che dire? Questo salto di qualità mi rende davvero felice. La passata stagione è stata un'annata molto intensa, bella e positiva; spero solo di continuare così. Sono contento per come è andata la partita dal punto di vista personale, anche se purtroppo abbiamo perso e non di poco, ma avevamo davanti a noi un grande Milan che può mettere in difficoltà chiunque e non solo il Lecce".

Che cosa è andato storto nel Lecce sceso in campo domenica sera contro gli uomini di Allegri?
"Fino al 2-0 abbiamo retto abbastanza bene, ma dopo il secondo gol ci siamo abbattuti e abbiamo perso il livello d'attenzione, il Milan ha mantenuto un buon ritmo ed è andata a finire come tutti sappiamo. Comunque nel secondo tempo qualcosa di buono lo abbiamo fatto vedere e quindi è proprio da questo che dobbiamo ripartite nella prossima partita in casa contro la Fiorentina".

Questa settimana ha svolto lavoro differenziato, come sta fisicamente?

"Ho accusato dei problemi fisici che purtroppo mi porto dietro dal mese di marzo, ma spero di recuperare al più presto e di essere pronto per scendere in campo nella prossima partita al Via del Mare".

Cosa pensa di Coppola, Ofere, Rispoli e Jeda, ultimi colpi del calciomercato giallorosso?
"Mi sono allenato in differenziato in questi giorni, quindi non ho visto all'opera i miei nuovi compagni, ma sono certo che ci aiuteranno a raggiungere il nostro obiettivo e naturalmente si integreranno al più presto nel gruppo, così come è stato per chi è arrivato prima di loro".

Come si sono "attrezzate" le vostre dirette concorrenti alla salvezza?
"Le nostre concorrenti si sono rafforzate tutte abbastanza bene, ma noi dobbiamo cercare di fare più punti possibili in casa; quest'anno le squadre che verranno a giocare al "Via del Mare" si dovranno spaventare per il "rumore" dei nostri tifosi nel sostenerci. La nostra salvezza dobbiamo costruirla in casa e con il loro aiuto".