Lecce, 500 posti di lavoro a rischio alla manifattura tabacco

Lecce, 500  posti di lavoro a rischio alla manifattura tabacco

Lecce- Quattrocento lavoratori dipendenti della British American Tobacco (Bat) rischiano il licenziamento a Lecce.

A tal proposito, il Consigliere Regionale PDL Saverio Congedo ha diffuso la seguente nota: "Cinquecento posti di lavoro a rischio, tra dipendenti diretti e dell’indotto, per una impresa che ha accresciuto negli ultimi due anni la produzione di oltre il 30% e continua a garantire utili. Ciononostante, è forte l’allarme per una possibile delocalizzazione in Romania della gloriosa ex-Manifattura Tabacchi di Lecce - oggi BAT (British American Tobacco) - i cui dirigenti non hanno in alcun modo fugato. Sarebbero pesantissime le conseguenze sociali per il Salento, la sua economia, le sue famiglie dell’eventuale delocalizzazione, cui si aggiungerebbe la dispersione di consolidate a comprovate professionalità. Una sorte non soltanto infausta, ma anche beffarda ove si considerino gli incentivi fiscali riconosciuti alla società anglo-americana soltanto cinque anni fa all’atto dell’acquisizione".

I rappresentati della società si sarebbero presi qualche giorno di tempo per offrire risposte certe rispetto al piano industriale, secondo quanto richiesto dai sindacati, ma l'incertezza e le notizie allarmanti che provengono dalla sede della fabbrica salentina sono tali che la situazione potrebbe precipitare all'improvviso.