Nichi Vendola, Sabrina Guzzanti e Goffredo Foti all'apertuta dell'Otranto Film Fund Festival

Nichi Vendola, Sabrina Guzzanti e Goffredo Foti all'apertuta dell'Otranto Film F

Sarà il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, mercoledì 1° settembre alle 19 in Largo Porta Alfonsina a Otranto, a inaugurare la seconda edizione dell’Otranto Film Fund Festival (OFFF) - Cinema e Territori, in programma nella Città dei Martiri l’1 e il 2 settembre.

Il festival si aprirà con l’intervento del Governatore che consegnerà alla regista e attrice Sabina Guzzanti il premio speciale “Cinema e Territori” per il documentario “Draquila. L’Italia che trema”.

La scelta dell’opera è legata alla seguente motivazione: “Si premia il merito che il film ha avuto nel sollevare le criticità nel rapporto tra
politica e governo del territorio, in riferimento alla gestione dell’emergenza del terremoto in Abruzzo. “Draquila. L’Italia che trema” è un’opera che affronta il rapporto tra cinema e territorio in presa diretta, senza finzioni narrative”.
Dopo la consegna del premio, seguirà un dibattito sul tema “Cinema e Territorio”, animato dal critico e saggista Goffredo Fofi.
In caso di pioggia la premiazione si terrà presso al Sala Triangolare del Castello Aragonese.

Il programma di OFFF, rassegna curata dal Comune di Otranto in collaborazione con Apulia Film Commission e con la direzione artistica di Chiara Eleonora Coppola, è incentrato sul cinema europeo che dialoga con i territori. Per questo la rassegna salentina promuove e celebra le opere prodotte con il sostegno delle Film Commission e dei loro fondi.
Il primo giorno, dopo gli interventi di Vendola, Guzzanti e Fofi, continuerà con le proiezioni all’interno del Castello Aragonese di Otranto, nelle sale Triangolare e Rettangolare.

Il 1° settembre saranno proposti: alle 20.30 il documentario “Draquila. L’Italia che trema” di Sabina Guzzanti e alle 22.30 il lungometraggio “Honeymoon” di Goran Paskaljevic, che sarà presentato dal produttore albanese Ilir Butka, direttore della Albania Film Commission.

Le proiezioni proseguiranno il giorno dopo (giovedì 2 settembre) con cinque opere: alle ore 18.30 la prima assoluta di “Panta Rei” di Giovanni Bongo, documentario interamente girato ad Otranto; alle 20.30 “Copia Conforme” di Abbas Kiarostami (film per il quale l’attrice protagonista, Juliette Binoche, ha vinto la Palma d’Oro come “Miglior attrice” al festival di Cannes 2010). Alle 22.30 inizieranno le proiezioni dei tre cortometraggi finanziati da Apulia Film Commission e candidati al David di Donatello 2010: “Passing Time” di Laura Bispuri (vincitore del David di Donatello come “miglior cortometraggio”), “L’altra metà” di Pippo Mezzapesa e “Uerra” di Paolo Sassanelli. I due registi, Mezzapesa e Sassanelli, interverranno prima delle proiezioni per presentare le proprie opere.

Infine, un momento speciale sarà dedicato al workshop sul tema “Il cinema nella tempesta. Le sorti del Cinema italiano in tempo di crisi: tra politica economica e politica dell’audiovisivo” che si terrà il 2 settembre alle 10.30 nel Castello Aragonese. Interverranno: Luigi De Luca (Vicepresidente di Apulia Film Commission), Luciano Cariddi (Sindaco di Otranto), Roland Sejko (CinecittàLuce), Daniele Vicari (regista), Ilir Butka (regista), Paolo Sassanelli (regista), Pippo Mezzapesa (regista) e Giovanni Bongo (regista).