SalentoWebTv alla conferenza stampa del Concertone della Notte della Taranta

Non è bastata la prospettiva di un semplice bagno di sudore ad impedire al gotha dei media salentini di partecipare alla conferenza stampa pre-Concertone della Notte della Taranta 2010, nel cuore della Melpignano che immagina e che comunica: la nuova mediateca comunale intitolata a Peppino Impastato. Proprio al parossismo dell'attesa di un abbronzatissimo Nichi Vendola, verso le 11 del mattino di una Melpignano pronta a tutto pur di sopravvivere a una delle giornate più calde dell'anno, l'annuncio di una telegiornalista in lacrime - o forse è già sudore: "L'aria condizionata del piano di sopra è guasta. Tirate fuori le cartelle stampa e fatene buon uso".

Un sospiro fantozziano ha attraversato trasversalmente l'uditorio tutto, dal più umile dei monelli melpignanesi accorsi per programmare prestiti di DVD, fino all'ex sindaco e mattatore Sergio Blasi. Ma lo show è poi andato avanti nella massima nonchalance. La grazia delle giornaliste della carta stampata salentina più bon ton sventolavano ventagli tradizionali, cui del resto non erano da meno altri ritrovati più improvvisati, come appunto la cartella stampa di cui sopra.

Nessuno ha perso una parola di quello che Sergio Blasi stesso, papà della manifestazione; Sergio Torsello, suo direttore artistico e Massimo Bray, Presidente della Fondazione Notte della Taranta, hanno annunciato, fra gli applausi e l'attesa delle due star della mattina: il Maestro Ludovico Einaudi e il Presidente Nichi Vendola.

Gran signore Einaudi, con la sua aria da personaggio dei film di Woody Allen, perennemente in cerca di un'eccellenza e di un'originalità musicale che gli viene facile come conoscere a memoria i nomi di tutti. Compresi quelli delle giornaliste di SalentoWebTv, in brodo di giuggiole per un trattamento che non è facile ottenere con tanto agio neppure da diversi semplici assessori comunali.

Sublime Vendola, che ha strappato il maggiore applauso dopo la frase, già candidata dedica su tanti e tanti wall di Facebook: "La Notte della Taranta è stata la colonna sonora della nostra consapevolezza".

La presenza delle videocamere di SalentoWebTv è stata salutata con grande affetto anche dai non compositori di genio, del resto. Il TG di Rete Ragno non è al vertice delle classifiche di gradimento di YouTube per caso. Migliaia e migliaia di utenti del web, ogni giorno, hanno scelto di vedere e rivedere su http://YouTube.com/nottedellataranta i momenti salienti del lungo Festival musicale. La giovane Web TV leccese ha prodotto il suo notiziario-mockumentario con freschezza e professionalità, anche considerando il margine di difficoltà generato dalle tante edizioni previste, dai ristretti tempi di montaggio e dalla forte "concorrenza" delle reti locali tradizionali.

La strada aperta da SalentoWebTv, nel 2007, con la diretta web del Concertone, vede Corriere.it raccogliere la sfida della trasmissione senza filtri di tutto ciò che accade sul palco. Ma, per tutto quello che accade al di fuori dalla scena, dai backstage esclusivi alle interviste più difficili (a volte quasi acrobatiche), c'è solo SalentoWebTv. Se ci permettete la battuta, è il bello della differita.