Lecce, torna la magia della "Notte Bianca"

Lecce, torna la magia della "Notte Bianca

Anche ques'anno torna la “Notte Bianca" a Lecce, alla sua quarta edizione.

Il 3 Luglio, l’evento inaugurerà ancora una volta la stagione estiva coinvolgendo il centro storico e il centro moderno del capoluogo salentino.

Tutti gli avventori della indimenticabile notte leccese avranno solo l’imbarazzo della scelta, ben 43 le piazze interessate e tutti gli spettacoli rigorosamente gratuiti – che ogni anno sembrano moltiplicarsi. Ce ne sarà per tutti i gusti e per tutte le età. Dal centro storico si dipaneranno i raggi della magia della Notte Bianca, giungendo sino al centro moderno, mai toccato prima d’ora dalla festosa kermesse.

Centro di convergenza dell’evento e vetrina principale è la centralissima Piazza Sant’Oronzo, con l’esibizione della formazione che nasce proprio per la Notte Bianca “To Fengo – canti del Salento” che raccoglie i nomi tra i più prestigiosi e noti della musica popolare salentina: Alessia Tondo, Carla Maniglio, Emanuela Gabrieli, Emanuele Licci e Ninfa Giannuzzi. Sarà poi la volta di BandAdriatica, che chiuderà in allegria la piazza centrale, l’ensemble guidato da Claudio Prima incontra le culture che idealmente si imbarcano sull’Adriatico, con il sound che accomuna musicisti e navigatori.

Musica popolare anche a Piazza Mazzini con i Pizzicarusi, Cunservamara e il finale di Stella Grande e le Anime Bianche.

La quarta edizione della Notte Bianca dedica per la prima volta ampio spazio al teatro, oltre che per l’introduzione all’Anfiteatro a cura di Piero Rapanà, in via D’Aragona sabato 3 Ippolito Chiarello propone “Fanculopensier’off” tratto da Fanculopensiero stanza 510 liberamente ispirato all’opera di Maksim Cristan.

Altra performance teatrale a cura del Teatro La Calandra è “Sabbie Mobili”, su Corso Vittorio Emanuele presso il largo della Chiesa di Sant’Irene, uno spettacolo che abbina la creatività del modellare la sabbia alla declamazione di fiabe e racconti.

In Via Palmieri, nella Chiesa San Giovanni di Dio, lo spettacolo “Non c’è più firmamento” da Artaud, performance a cura di Prosarte e Corso di formazione Hypocritès e Avamposto91, con la direzione artistica di Mino Castrignanò.

“Alice in Wondernight” è uno spettacolo di parole, suoni e immagini a cura di Alessandro Urso, che si terrà in tarda notte in Piazzetta Fanfulla, un flusso ipnotico di suoni e parole illumina la notte di Alice, tra ossessive poliritmie e aspre dissonanze spettrali, rivelando il meraviglioso viaggio che non ha inizio né fine.

Questo e tanto altro nella "Notte Bianca" leccese.

Guarda il nostro video di presentazione sulla "Notte Bianca": http://www.salentoweb.tv/tag/notte-bianca-lecce-2010