Il Gallipoli cade di misura a Reggio, la condanna è vicina

Il Gallipoli cade di misura a Reggio, la condanna è vicina

Il Gallipoli cade anche in casa della Reggina, ma a testa alta ed ora è ad un passo dalla Lega Pro.

I padroni di casa conquistano tre punti preziosi per la classifica, battendo per 2-1 un reattivo e voglioso Gallipoli.

Sono gli amaranto a passare subito in vantaggio con un gran bel gol di sinistro del giovane Barillà e nella ripresa la Reggina raddoppia grazie a Bonazzoli, abile a sfruttare una palla vagante, dopo una traversa colpita da Brienza.

Passano pochi minuti e i galletti accorciano le distanze con un euro gol di Lazzari.

La Reggina si porta a 50 punti e la sua classifica sembra esssere ormai più tranquilla, mentre al Gallipoli resta solo una buona prestazione ed un destino che sembra essere stato già scritto.

A fine gara, il tecnico del Gallipoli, Ezio Rossi, nonostante la sconfitta si complimenta con la sua squadra: "Avevamo di fronte una buona squadra, basta leggere i nomi che c'erano in panchina, non posso sapere cosa sia successo in seno all'ambiente amaranto e dire perché adesso si trova in quella posizione".

L'allenatore torinese continua: "Devo fare i complimenti a i miei ragazzi, perché stiamo cercando in tutti i modi di onorare il campionato senza falsarlo. Ho accettato quest'incarico pur sapendo di non percepire una lira per il mio lavoro. Ci alleniamo con quindici palloni e dobbiamo fare attenzione a non perderne nessuno; ci sono tutta una serie di situazioni che nel professionismo non devono esistere e che magari un giorno racconterò".