Ecco "SalentoGov", tanti servizi in un click

E' stato presentato questa mattina in conferenza stampa all'Open Space di Palazzo Carafa il progetto "SalentoGov" di cui il Comune di Lecce è capofila e al quale aderiscono altri trenta comuni salentini pronti a rendere più smart la vita dei cittadini sostituendo le file agli sportelli pubblici con un semplice click.

Il progetto SalentoGov rappresenta per Lecce, comune capofila, e per i 31 comuni appartenenti all'Area Vasta ((Arnesano, Calimera, Campi Salentina, Caprarica di Lecce Carmiano, Castrì di Lecce, Cavallino, Copertino, Galatina, Galatone, Guagnano, Lequile, Leverano, Lizzanello, Martignano, Melendugno, Monteroni di Lecce, Nardò, Novoli, Porto Cesareo, Salice Salentino, San Donato di Lecce, S. Cesario di Lecce, S. Pietro in Lama, Sogliano Cavour, Squinzano, Surbo, Trepuzzi, Veglie, Vernole) una vera e propria rivoluzione digitale.

L’obiettivo principale del progetto SalentoGov, è la pluralità di servizi digitali omogenei per il cittadino.

Entra nel vivo la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione annunciata con l’avvio del Sistema pubblico dell'identità digitale (SPID) a cui il Comune di Lecce ha aderito fin da subito con lo sviluppo del portale Area Vasta.

In apertura di conferenza l'assessore all'Innovazione e alle Politiche Giovanili e Comunitarie del Comune di Lecce Alessandro Delli Noci ha sottolineato: "Siamo il Comune che eroga più servizi, abbiamo accettato questa sfida innovativa e da oggi i cittadini possono partecipare a questa rivoluzione."

Per utilizzare i servizi digitali (anagrafe, protocollo, servizi scolastici, utenze, pratiche edilizie, ecc.) presenti sulla piattaforma www.areavastalecce.it è sufficiente avere un‘identità SPID.

SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), messo a punto dall'AgID (Agenzia per l'Italia Digitale), permette ai cittadini di accedere, con un’unica identità digitale, a tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni e delle imprese aderenti.

Il Comune di Lecce è tra le prime pubbliche amministrazioni che hanno aderito al progetto SPID.

Attraverso il portale dedicato www.areavastalecce.it, infatti, il cittadino può:

richiedere certificati e visure anagrafici;
presentare istanze per alcuni servizi scolastici;
avviare pratiche edilizie;
utilizzare i servizi di polizia locale.
La lista dei servizi online disponibili è in continua espansione.

“La Regione Puglia – ha spiegato stamattina l'assessore regionale allo Sviluppo Economico Loredana Capone – con le sue politiche di ricerca e innovazione, è già al lavoro da tempo per trasferire le potenzialità delle nuove tecnologie e della rete nella vita di ogni giorno. Dotarsi di infrastrutture telematiche adeguate è oggi un’esigenza prioritaria."