#OggicucinaRosa con il topinambur

a cura di Rosa

Oggi preparo le Chicche di patate con salsa di Topinambur. Ho scoperto i topinambur grazie a Lucia Lazari Congedo, amica, padrona di casa e donna di cultura come poche. Durante una nostra conversazione sulle tradizioni perdute in cucina, nelle innumerevoli ricette da lei conosciute, da cuoca e gastronoma raffinata, riportate, con gran successo, nei libri che ha scritto, mi ha parlato di questo tubero, da me, sino ad allora sconosciuto.

Ho poi avuto modo di scoprire che il topinambur è detto anche Carciofo di Gerusalemme, si tratta di un probiotico naturale, adatto ai celiaci, poiché non contiene glutine, giova al colesterolo, fa bene ai diabetici ed è un toccasana per il fegato. È un tubero bitorzoluto di una pianta spontanea che si riconosce dai fiorì giallo intenso simili alle margheritine e dal delicato sapore di carciofo.

Poco tempo fa ho condito gli gnocchetti di patate con una salsa, creata all'istante con i topinambur, ottenendo successo tra i commensali, in particolar modo questa ricetta è gradita al mio amico Aldo, dal palato fine e dai gusti raffinati. Oggi la propongo a voi.

Ecco gli ingredienti per 4 persone:
500 gr di chicche di patate, 250 grammi di topinambur, cipolla, sale, pepe, formaggio grattugiato, scamorza affumicata e olio.


Procedimento:

Pelo i topinambur e li immergo in acqua acidulata (come con i carciofi), li taglio a fettine e li stufo in olio con pochissima cipolla, aggiungo un bicchiere d'acqua calda, aggiusto di sale e lascio cuocere per 15 o 20 minuti, sino a quando tastandoli con la forchetta risultino morbidi. Una parte la frullo, lesso gli gnocchetti e li condisco con la salsa, il formaggio parmigiano, un po' di scamorza affumicata e pepe bianco.