La sentenza non cambia, in Appello ergastolo confermato alla Bartolomeo

La sentenza non cambia, in Appello ergastolo confermato alla Bartolomeo

Per Lucia Bartolomeo, anche in Appello la sentenza non è cambiata. Alla donna, accusata di aver ucciso il marito con una iniezione letale di eroina da 70 milligrammi, è stato confermato l'ergastolo.

Dopo oltre tre ore di Camera di Consiglio, i giudici della Corte d'Assise d'Appello di Lecce, presieduti dal Dottor Rodolfo Boselli, hanno confermato la condanna del carcere a vita per Lucia Bartolomeo.

L'ex infermiera originaria di Taurisano, durante il processo, ha dichiarato di aver avuto una relazione extraconiugale, rapporto questo che per l'accusa sarebbe stato la causa dell'uccisione del marito.

La donna si è scusata con familiari del marito, negando, però, di essere l'assassina del congiunto.

Le dichiarazioni dell'imputata non hanno convinto i giudici, che hanno così confermato la condanna ottenuta in primo grado, lo scorso 12 febbraio.