L’ Autostrada delle Biciclette: pedalando per le coste del Salento

Otranto- Santa Maria di Leuca è forse il tratto di costa più bello del Salento che regala ai passanti un panorama da togliere il fiato. Immaginate di percorrere quelle strade tortuose in bicicletta, o a piedi per goderne ogni aspetto, respirando l’odore del mare che bagna la roccia.
Anche quest’anno torna l’attesissimo appuntamento con “ L’autostrada delle Biciclette” che domenica 8 giugno riunisce tutti gli appassionati di mountain bike ed escursionisti che sotto il bel sole preannunciato per il weekend abbandonano volentieri le quattro ruote per immergersi nella natura di questa terra fino all’ estremo sud, laddove si interrompe per fare spazio al Mediterraneo.

Salento Bici Tour propone una pedalata tra i muretti a secco e le insenature che rendono questo tratto di costa il fiore all’occhiello di un territorio che si conferma sempre di più meta di appassionati cicloturisti,provenienti per lo più del Nord Europa e dall’ America, in visita soprattutto nei periodi di media e bassa stagione, colpiti dalle specie vegetali rare, dal volo dei falchi grillai e da spettacoli naturali che questo tratto di costa offre fotogramma dopo fotogramma.

La partenza è prevista per le 9,00 dalla Stazione FSE di Otranto e per quanti lo vorranno sarà possibile usufruire di diverse soste e oasi di ristoro, presso le quali verranno illustrate le peculiarità naturalistico -culturali di questo suggestivo tratto costiero. Così i ciclisti troveranno qualcuno ad aspettarli a Porto Badisco dove l’associazione ‘Terra’ farà una breve illustrazione di uno dei tesori del Parco la “Grotta dei Cervi”; ad Acquaviva invece la Cooperativa Ulisside ospiterà i partecipanti all’interno del Museo Naturalistico, a Marina Serra si parlerà invece del “ Bosco di Tricase” con la coop. ‘Terrarossa’ che offrirà una degustazione di miele e caffè; infine in località Ciolo l’Associazione “Salento verticale” si occuperà di una piccola passeggiata a piedi in una delle tante grotte nella falesia. La tappa finale è prevista nel tardo pomeriggio a Santa Maria di Leuca: da qui è garantito il ritorno in autobus a cura degli organizzatori ( per coloro i quali si prenoteranno) “tra i beni culturali ed ambientali”

L’iniziativa rientra tra quelle promosse dal progetto “PARKS WITHOUT BORDERS” (www.parksforall.eu), sostenuto dal ETCP “Grecia-Italia 2007-2013”, con Lead Partner il Parco Otranto-Leuca, che promuove uno sviluppo sostenibile dei territori coinvolti favorendo l’accessibilità per tutti, la prevenzione incendi e la salvaguardia della biodiversità esistente. Attraverso la realizzazione di eventi sportivi ed aggregativi come questo, il progetto “PARKS WITHOUT BORDERS” attiva le azioni di coinvolgimento della popolazione ( e non solo) al fine di diffondere la conoscenza del patrimonio naturalistico del Parco Otranto-Leuca e la sua salvaguardia attraverso azioni di sviluppo sostenibile.