Con “Sophia nel Paese della meraviglia” di Corigliano le "Spose imperfette"

Con “Sophia nel Paese della meraviglia” di Corigliano le "Spose imperfette"

Fino al 15 settembre, negli spazi medievali del Castello De’ Monti di Corigliano D’Otranto la personale dell’artista salentina.

Nell’ambito di “Sophia nel Paese della meraviglia”, il primo parco filosofico 3.0 dove “ tecnologia e filosofia si sposano in un percorso emozionale, dissacrante, divertente, ironico e drammatico, che invita a riflettere sugli interrogativi dell’essere al mondo”, presso il Castello di Corigliano d’Otranto si terrà la personale dell’artista salentina Mina D’Elia: “SPOSE IMPERFETTE” a cura di Katia Olivieri.

Un progetto espositivo in cui le opere dell’artista- video, sculture, installazioni- realizzate negli ultimi cinque anni, vengono messe in relazione con gli spazi medievali del castello, in un percorso che vuol essere dialogo intimo fra immagini del presente e del passato per suggerire riflessioni esistenziali.

Grazie a rarefatte relazioni visive e alla costruzione di luoghi dove la memoria decanta, Mina D’Elia offre al visitatore la possibilità di tracciare il proprio percorso ideale, senza la necessità di una scansione narrativa o cronologica ma lasciando - ed è forse questo il senso ultimo della mostra - la possibilità di azione del pensiero, nelle sue rimembranze, rievocazioni, nei suoi interrogativi.

Un lavoro di trasposizione/riflessione su Sophia e il suo eterno, incessante cammino che si offre certamente come metafora dell’umanità.