Obesità e discriminazione

Obesità e discriminazione

AGI - Washington - La discriminazione verso le persone obese contribuisce a peggiorare il loro stato di salute.

Lo afferma una ricerca pubblicata dalla rivista Social Psychology Quarterly, secondo cui un terzo di chi ha problemi di peso percepisce uno stigma dalla società. I ricercatori della Purdue university hanno studiato 1.500 persone tra i 25 e i 74 anni d'età, seguendole nel 1995 e nel 2005 con domande sul loro stato di salute e sul loro peso. "Come ci si poteva aspettare - scrivono gli autori - le persone obese nel 1995 avevano condizioni di salute molto peggiori dieci anni dopo, ma abbiamo notato differenze tra quelli che si sentivano discriminati e quelli che non lo erano".
Secondo lo studio l'11% delle persone moderatamente obese e il 33% di quelle gravemente obese avevano ricevuto discriminazioni.

Questi ultimi hanno mostrato il peggioramento più ampio delle abilità funzionali, come la capacità di fare le scale o di portare la spesa, che sono indicative dello stato di salute.