MFF: Mediterraneo Foto Festival - Parla per Immagini

MFF:  Mediterraneo Foto Festival - Parla per Immagini

Si è aperta, ieri 4 dicembre, la seconda edizione di "MFF – Mediterraneo Foto Festival – Parla per Immagini", la rassegna di fotografia che torna a Lecce fino all’8 Dicembre, presso il suggestivo e centralissimo ex Convento dei Teatini in Corso Vittorio Emanuele.

L’evento intende sostenere la cultura fotografica e tutte le espressioni dell’arte visiva e ha coinvolto fotografi professionisti, fotografi amatori, associazioni, gruppi e accademie provenienti da tutte le parti d’Italia e qualcuno anche dall’estero: progetti di personali e collettive per promuovere il proprio talento e le proprie doti creative abbracciando le più svariate tematiche e tecniche. Grande predominanza di temi sociali a dimostrazione del grande potere di comunicazione immediata della fotografia.

Seconda edizione che ha scelto come tema portante "IDENTITA'" in tutte le sue molteplici sfaccettature, con l’obiettivo di raccontare, attraverso le foto, le tipicità di persone, luoghi, costumi, usi, valori umani, passioni, per promuovere la conoscenza, favorire l’integrazione e valorizzare le differenze, per "Promuovere e trasferire la cultura della differenza intesa come valore".

Calendario ricchissimo di eventi, circa quaranta mostre in esposizione, inaugurazione prevista per domani sabato 4 dicembre alle 18.30, occasione in cui verrà presentata una delle mostre ospiti della rassegna, ed il libro ad essa legato edito dalle Paoline, "Ali Bruciate" di Davide Cerullo, dedicata ai bambini di Scampia.

Il libro fotografico e la mostra in esposizione trattano il delicato tema della camorra e dei suoi effetti sulle giovani generazioni. Davide Cerullo racconta la sua storia – un ragazzino finito nelle mani della camorra che ha deciso di voltare pagina – attraverso alcune foto di cui egli stesso è autore e che appaiono sul libro omonimo. Alla presenza di Davide Cerullo con il Sindaco della città di Lecce Paolo Perrone, Ruggiero Cristallo coordinatore dell’Accademia del Cinema dei Ragazzi di Enziteto, Don Raffaele Bruno referente regionale di Libera e Massimo Alfarano Assessore alla Cultura della Città di Lecce si discuterà in merito a quanto l’arte possa essere mezzo di libertà, crescita e cultura e di quali occasioni le istituzioni, la chiesa e la società offrano ai giovani per fuggire dal fascino delle mafie.

MFF Mediterraneo Foto Festival 2010 dedica alle scuole ampio spazio, attraverso visite guidate e percorsi formativi, per sensibilizzare i giovanissimi alla cultura della comunicazione attraverso le immagini, accogliendo nelle mattine del 6 e del 7 dicembre oltre trecento studenti delle scuole elementari, medie e superiori per avvicinarli alle mostre con simpatici tutors e per coinvolgerli in laboratori a tema.

Tra le attività in programma durante le cinque giornate di particolare interesse il PhotoBox a cura di Photografika, dove quanti vorranno potranno farsi immortalare in simpatici ritratti d’effetto, visionabili poi sul sito www.mediterraneofotofestival.it.