Fabiano teme il Modena: è una squadra tosta

Fabiano teme il Modena: è una squadra tosta

Il primo posto in classifica del Lecce, sta coincidendo con il momento d'oro della difesa. Due gol subiti nelle ultime cinque giornate e la sesta migliore retroguardia della serie cadetta. Ne sa qualcosa il difensore brasiliano Fabiano Medina da Silva, consapevole che il reparto arretrato giallorosso ha fatto dei passi da gigante rispetto alle prime gare del girone d'andata: "Fortunatamente anche nella partita contro il Frosinone abbiamo dato l'ulteriore conferma che stiamo attraversando un buon momento: siamo al primo posto in classifica, abbiamo il migliore attacco della seria cadetta e anche in fase difensiva, ci stiamo comportando molto bene. Con il Mister in allenamento ci stiamo concentrando molto sulla fase difensiva e ora abbiamo capito i meccanismi che ci chiede e quindi anche i risultati sul campo ci stanno dando ragione".

Il 4-4-2 sembra essere il modulo ottimale per i giallorossi per essere più compatti in difesa, ma il difensore centrale giallorosso non la pensa proprio così: "A mio parere, non c'è un modulo più o meno adatto per subire meno gol, ma tutto dipende dal modo in cui si interpreta la gara, ma comunque è vero che il 4-4-2 dà maggiore copertura davanti alla difesa". Sabato il Lecce incontrerà il Modena al Via del Mare e Fabiano è consapevole che sarà una partita tutt'altro che facile: "A Modena nella gara d'andata eravamo in un periodo in cui la difesa non stava facendo benissimo; subivamo troppi gol, ma fortunatamente in quella partita non abbiamo preso nemmeno una rete. Gli uomini di Apolloni sono una squadra non facile da affrontare e sono un gruppo tosto, soprattutto in mezzo al campo e poi in attacco dispongono di elementi molto bravi; quindi dovremo stare molto attenti su tutti i fronti". Dopo il poker rifilato al Frosinone, il Lecce potrebbe avere un calo di tensione nelle prossime gare, ma Fabiano è convinto che per il suo Lecce non ci sia questo rischio: "Non penso affatto che ci sia il pericolo di poter avere un calo di tensione contro gli emiliani: noi non abbiamo nessuna intenzione di mollare, anche perchè non è stato per niente facile arrivare dove siamo, quindi ci vogliamo tenere ben stretta la vetta delle classifica". Di Michele e Loviso sono stati i benventui all'interno di un gruppo già compatto ed unito: "Sono entrambi due bravissimi ragazzi e già dalla gara contro il Frosinone dopo il gol di Di Michele si è visto che il nostro abbraccio verso di lui era sincero. Ci aiuteranno anche loro in questo rush finale di campionato e poi in questa squadra non c'è un leader, ma siamo tutti importanti per il bene del gruppo". Oggi i giallorossi hanno effettuato una solo seduta d'allenamento pomeridiana agli ordini di Gigi De Canio, davanti agli occhi attenti del Patron Giovanni Semeraro e dell'amministratore delegato, Claudio Fenucci. Ancora assente Giuliatto che si sta curando al nord presso un centro specializzato di sua fiducia, mentre hanno svolto lavoro differenziato in palestra Marino Defendi (contrattura coscia destra), Munari (affaticamento muscolare), Di Michele (trauma contusivo caviglia sinistra) e Baclet (leggera distorsione caviglia destra). Domani la comitiva giallorossa si ritrovarà alle 14.30, sempre al Colaci di "Calimera". (C.L.T.)